Tracey Britten è una donna di 50 anni, viene da Londra ed è finita al centro dell'attenzioni dei media per aver messo al mondo 4 gemelli, diventando la mamma più vecchia del Regno Unito a essere riuscita a realizzare un'impresa simile. Ha partorito con un cesareo alla 31esima settimana di gravidanza perché uno dei feti stava avendo dei problemi con il flusso sanguigno e, nonostante solo una volta su un milione i piccoli riescono a sopravvivere nelle ore successive alla nascita, tutto si è risolto per il meglio.

Certo i bimbi, per la precisione 3 femminucce e un maschietto, sono stati portati in terapia intensiva, dove vengono tenuti in vita tramite flebo e tubi per la respirazione, ma il peggio sembra essere passato. "Sono così grata, non vedo l'ora di portarli tutti a casa. Una delle mie figlie ha così tanti tubi intorno a lei che non sono riuscita ancora a vedere bene il suo viso", ha spiegato Tracey, che non si è ancora resa conto di essere passata alla storia. E' rimasta incinta dopo aver ricorso alla fecondazione in vitro in una clinica di Cipro e, nel momento in cui ha scoperto di essere in dolce attesa di ben 4 bambini, si è sentita entusiasta.

A seguirla durante il parto, una squadra di ben 35 medici che, per assicurarsi che i piccoli siano definitivamente fuori pericolo, vuole tenerli in ospedale fino al 2 gennaio, ovvero la data in cui era previsto il parto inizialmente. I gemellini, però, stanno facendo così tanti progressi che non si esclude la possibilità di farli tornare a casa per Natale. Tracey oggi non potrebbe essere più felice e, considerando che tutti le avevano detto che era troppo vecchia per sopportare un parto tanto faticoso, ha dimostrato di essere una vera e propria guerriera.