Benvenuti nella città immaginaria di DROMe. Una città dove tutto è possibile, un centro dove regnano incongruenze e interferenze, dove il silenzio vince sulla confusione e gli sguardi sono collegamenti tattili tra gli abitanti, dove si vive su palafitte altissime di cristallo o dentro bolle di vetro piene di riflessi. Una città come quelle descritte da Italo Calvino ne le sue “Le Città Invisibili”. Una città dove tutto si costruisce e si distrugge in un giorno, dove ogni cosa è completamente rifratta, con un “dritto” e un “rovescio”. Una città eterea e surreale, impalpabile, sospesa tra fili sottili.

Da questo luogo atemporale, la DROMe-city, possibile solo nella nostra immaginazione, parte il racconto di Marianna Rosati per la collezione P/E 2014, giocata tra contrasti cromatici e superfici fatte di interferenze: la nappa stretch si mischia al jersey, la pelle viene traforata, laserata e stampata, creando un registro fatto di nuovi modelli di sofisticazione. I top sono aderenti con balze traforate ed increspate a segnare la vita, mentre le piccole giacche sono "volanti", lontane dal corpo, oppure rigide e bicolore a dare una silhouette geometrica ad "A", dalla volumetria monolitica. Gonne strettissime, anche lunghe sotto al ginocchio, abbinate a crop top a maxi righe orizzontali dal gusto Fifties o a micro t-shirt dai toni uniti. I trafori si rincorrono l'un l'altro, come in una vertigine, in una collezione segnata dalle trasparenze, dai fili sottili che collegano i vari elementi. Trafori esagonali per la pelle luxurious plongè, micro-quadretti per la nappa basic, rete+fiori+cerchi per nappa vegetale. Macro pois per nappa biker in contrasto con mini pois di nuovo per il plongè mischiato ad un delicatissimo compact cotton double. Ancora intromissioni per la pelle di vernice stampata a check optical bianco/nero e poi traforata per rendere impercettibile la stampa.

Le interferenze si susseguono anche nella cartella colore. Un azzurro cielo polveroso segna l'atmosfera nebulosa della città DROMe e si avvicina ai toni scuri, nero e nautilius, dei mini soprabiti dalla forma romantica con balze increspate. Il Nude si mescola al White e al Black. Le forme essenziali e le superfici compatte degli abiti in pelle hanno dosaggi cromatici potenti nelle nuances del blue elettrico, del verde mela e del rosa lipstick.