L'olio di ricino è un olio vegetale ricco di acidi grassi ottenuto spremendo a freddo i semi della pianta di ricino, il cui nome botanico è Ricinus Communis. Spesso viene anche indicato nell'INCI con il nome comune anglosassone Castor Oil: questa nomenclatura deriva molto probabilmente dal fatto che l'olio di ricino sostituisce il castoreum, una base aromatica prodotta dalle ghiandole perinee del castoro.  In passato l'olio di ricino veniva utilizzato per le sue proprietà lassative, mentre oggi è diventato un vero e proprio alleato di bellezza grazie alle sue proprietà nutrienti e rinforzanti: un rimedio naturale diffuso per prendersi cura di ciglia e sopracciglia, ma anche per i capelli e le unghie, così come per la pelle.

Olio di ricino, proprietà e  benefici

L'olio di ricino presenta un colore che varia tra il bianco e il giallo e una consistenza densa data dall'elevata contenuto di acido ricinoleico, un acido grasso insaturo la cui presenza può arrivare fino al 90% della composizione dell'olio di ricino. Questo nutriente è il principale responsabile delle proprietà dell'olio di ricino, che viene utilizzato sia nel settore farmaceutico che cosmetico. Oltre all'acido ricinoleico troviamo al suo interno oleati e linoleati. La principale proprietà dell'olio di ricino è quella idratante e per questo motivo viene spesso utilizzato per nutrire pelle e capelli, ma ha anche benefici rinforzanti, che lo rendono un prodotto ideale per ciglia e sopracciglia. L'olio di ricino ha poi proprietà antinfiammatorie e può quindi essere utilizzato per massaggi corpo in caso di contratture, ma anche antibatteriche e antimicotiche: due caratteristiche che lo rendono un alleato per combattere funghi, micosi e verruche sulle unghie ma anche dermatiti e infezioni sulla pelle.

Gli utilizzi cosmetici dell'olio di ricino

L'olio di ricino è piuttosto conosciuto per il suo utilizzo cosmetico grazie alle sue proprietà emollienti e idratanti. La sua composizione infatti permette di stimolare la produzione di collagene e di elastina, rendendo la pelle più elastica e contrastando quindi anche i segni del tempo. Si può utilizzare per fare impacchi per i capelli, ma si può anche applicare per prevenire la disidratazione della pelle e rinforzare ciglia e sopracciglia.

Gli utilizzi dell'olio di ricino per la pelle

Un alleato di bellezza per le pelli secche e disidratate: l'olio di ricino quando viene applicato sulla pelle crea un film protettivo che riduce l'evaporazione dell'acqua e previene la disidratazione, permettendo così alla pelle di mantenere il corretto equilibrio di idratazione. Basterà applicarne qualche goccia sul palmo della mano e poi distribuirlo sul viso con un massaggio leggero e delicato. L'olio di ricino può essere utilizzato anche per lenire infiammazioni e irritazioni: basterà inumidire un dischetto di cotone con l'olio e poi appoggiarlo sulla zona interessata. Per un'azione urto puoi lasciarlo in posa anche tutta la notte. L'olio di ricino può essere anche un valido alleato per contrastare le rughe: grazie alle sue proprietà rimpolpanti è in grado di rendere il viso più compatto e allo stesso tempo favorisce la riproduzione di collagene ed ed elastina, rendendo così la pelle più elastica e tonica.

L'uso cosmetico dell'olio di ricino per i capelli

L'olio di ricino è un toccasana in caso di capelli secchi e sfibrati. Le sue proprietà nutrienti lo rendono perfetto per dare nuovo corpo alla chioma, rendendola morbida e setosa. Essendo molto denso è sconsigliato applicarlo da solo per evitare di appesantire il capello, ma lo puoi unire ad esempio all'olio di lino: crea un impacco miscelando una parte di olio di ricino con due parti di olio di lino e applica il composto sui capelli prima dello shampoo, lasciandolo in posa per almeno 20 minuti.

L'olio di ricino per ciglia e sopracciglia

L'utilizzo più diffuso dell'olio di ricino è l'applicazione per ciglia e sopracciglia: si pensa infatti che applicandolo costantemente le ciglia possano crescere più lunghe e le sopracciglia più folte. In realtà purtroppo si tratta solo di una leggenda. L'olio di ricino è un alleato per nutrirle e rinforzarle, oltre che per renderle lucide, ma non andrà a modificare la lunghezza del pelo. Sulle ciglia si può applicare in due modi differenti: il primo prevede l'utilizzo di un piccolo pennellino, dalla forma simile a quella del pennello utilizzato per applicare l'eyeliner, e si applica su tutta la rima ciliare superiore facendo attenzione a non far colorare l'olio all'interno dell'occhio perchè potrebbe causare bruciore e irritazione. Il secondo metodo invece prevede l'utilizzo di uno scovolino e l'olio di ricino si applica direttamente sulle ciglia come se fosse un mascara. Per le sopracciglia invece si applica con un normale scovolino, andando a pettinare i peletti.