Adwoa Aboah è una ragazza di 23 anni, viene da Londra e, nonostante la giovane età, ha già alle spalle una lunga carriera da modella. Ha sfilato sulle passerelle di marchi famosi come Calvin Klein, H&M, è apparsa in vari videoclip ed ha conquistato anche la copertina di Vogue Italia, ma il mondo della moda l’ha quasi uccisa. Nel momento in cui ha cominciato a lavorare era solo un’adolescente e il continuo confronto con le sue colleghe l’ha fatta cadere in depressione.

Tutte erano bellissime, sexy, con gli occhi azzurri e i capelli biondi, praticamente perfette, lei non si sentiva mai all’altezza. E’ proprio per placare la sua ansia che ha cominciato a fare uso di droghe e che ha pensato anche al suicidio. Non riusciva ad essere sicura di sé o a stabilire un rapporto con le persone che le stavano intorno e la cosa le ha fatto non poco male. “Odio me stessa, non voglio essere Adwoa, sono nata triste. Ogni giorno combatto contro quella che sono”, ha spiegato la ragazza, facendo riferimento al fatto che diventare modella non l’ha resa felice. La prima volta che si è ubriacata e che ha provato uno spinello aveva solo 14 anni e da allora la situazione è peggiorata, tanto che ha cominciato anche a fare uso della ketamina, usata solitamente come tranquillante per cavalli.

Di recente, grazie all’aiuto dei suoi genitori, ha accettato di andare in riabilitazione. E’ proprio qui che ha trovato conforto in persone più anziane di lei, che l'hanno fatta sentire amata così com’è. Essere giudicata solo per il suo aspetto fisico è una cosa che non è riuscita mai ad accettare ma finalmente oggi sta ritornando a vivere in modo “normale”, come una qualsiasi ventenne.