La Royal Family inglese è una delle più seguite e ricche al mondo e i gioielli delle sue regine hanno sempre incantato tutti grazie ai loro dettagli brillanti e preziosi, tanto che sono diventati un vero e proprio simbolo della monarchia fin dal lontano 1600. Anche se tutti hanno sempre saputo che vengono custoditi nella Tower of London, di recente è stato rivelato un dettaglio davvero bizzarro: durante la Seconda Guerra Mondiale sono stati nascosti tra dei biscotti.

Perché i gioielli della corona erano nascosti tra i biscotti?

La Royal Family ha raccontato una storia davvero molto particolare che riguarda la storia dei suoi gioielli. Durante la Seconda Guerra Mondiale, per evitare che venissero rubati in caso di una possibile invasione nemica, Giorgio VI, il padre di Elisabetta II, aveva ordinato di nasconderli sul fondo di una ciotola di biscotti. L'attuale regina, però, lo ha scoperto solo nelle ultime settimane dopo che un assistente che studiava alcuni documenti conservati nell'Archivio per un programma televisivo ha ritrovato una lettera indirizzata dal vecchio re alla regina Maria. Tra quelle pagine veniva spiegato il motivo per cui alcuni preziosi della corona come rubini e zaffiri erano stati conservati in una scatola per biscotti seppellita in una stanza segreta del Castello di Windsor. Naturalmente, il tutto veniva sorvegliato da una guardia, almeno all'epoca di Giorgio VI. Oggi la regina ha ritrovato quei preziosi che sembravano essere andati dispersi e può sfoggiarli abbinandoli alle sfarzose corone e tiare. Permetterà anche a Meghan di indossare qualche accessorio brillante?