nipote dona sperma alla zia inseminazione artificiale

Deve essere stato davvero sconvolgente sapere che il proprio figlio ha donato lo sperma a sua zia e alla sua compagna. Eppure è successo a Bedlington, nel Northumberland, dove Charles e Lynn Lowden hanno prima perso il figlio Charlie, di 20 anni, in seguito alle complicazioni di un'operazione d'ernia, e poi hanno acquisito 2 nipotini naturali. La vicenda è degna dei migliori film strappalacrime, ma nella realtà ha saputo ridare la voglia di vivere a due genitori il cui figlio gli è stato brutalmente strappato. Un nucleo familiare distrutto e poi rinato grazie ad un altro nucleo a cui è, sorprendentemente, legato.

Tutto ha inizio 5 anni fa, quando Charlie aveva appena 16 anni e la zia preferita, Sarah, era convolata a nozze con la compagna Claire dopo una relazione di 14 anni. Quale migliore regalo se non un figlio? Eppure Claire aveva già subito un aborto dopo la fecondazione di un altro donatore, ma la voglia di diventare mamma era più forte di tutto e così la strana richiesta. Il giovane Charlie acconsente a patto che, però, i genitori non sappiano niente. La gravidanza miracolosa stavolta viene portata a termine e per ben due volte! Nasce prima Carlton e, 3 anni dopo, la piccola Sarah. I signori Lowden non si sono mai accorti di niente, nonostante Carlton fosse la copia in miniatura del figlio Charlie che, tra l'altro, scherzava molto col bimbo davanti allo specchio, sottolineando proprio questa somiglianza. Ma come si può immaginare una cosa del genere?

Quando Charlie è morto per cmplicanze dovute all'operazione di ernia, la zia Sarah non è più riuscita a tenere il segreto, soprattutto perchè la sorella, la mamma del ragazzo, era caduta in un dolore inconsolabile, lamentando che del figlio non le era rimasto niente. E' stato quello il momento in cui la donna si è sentita di rivelare che, in realtà, le erano imasti ben due nipotini. "Charlie era davvero speciale per me – ha raccontato zia Sarah ai giornali – e gli avrei dato il mondo, se avessi potuto. Non dimenticherò mai quello che ha fatto: ha regalato a me e a Claire una famiglia e quello era il nostro segreto. Ma quando è morto, ho dovuto dirlo a Lynn, perché non potevo sopportare l’idea che lei non sapesse che Carlton e Sarah fossero, in realtà, i suoi nipotini. Mia sorella era talmente disperata, diceva che di Charlie non le era rimasto niente e così io e Claire abbiamo deciso di raccontarle la verità". Sebbene la scienza abbia ipotizzato donne incinte senza lo sperma, l'apporto del seme maschile attualmente è l'unica soluzione possibile per coppie – anche lesbiche – che non riescono a concepire naturamente. In questo caso, la nuova nonna è stata contentissima del ruolo avuto dal giovane: "Adesso, guardando Carlton, mi sembra di aver riavuto il mio Charlie indietro – ha confessato Lynn – e sono davvero felicissima di avere ancora un legame con mio figlio. Quando Charlie è morto, a me e a mio marito ci si è spezzato il cuore. Pensavamo che di lui non ci sarebbe rimasto nulla e, invece, abbiamo scoperto che non è così. Mi sarebbe solo piaciuto saperlo prima della sua morte, così Charlie avrebbe capito che noi avevamo accettato quello che aveva fatto". Una storia che, per quanto possa essere giudicata strana, ha un lieto fine.