Morgan King ha 21 anni, studia Ricreazione Terapeutica all'Università del Tennessee ed è una mamma single. Ha una figlia di tre mesi chiamata Korbyn e, oltre a seguire i corsi, è costretta a lavorare ogni sera in un ristorante per prendersi cura di lei. Lo scorso 14 giugno avrebbe dovuto seguire una lezione importante con tanto di test ma purtroppo ha dovuto rinunciarci perché nessuno le poteva tenere la figlia per qualche ora.

Ha dunque pensato di scrivere una lettere alla professoressa Sally B. Hunter per scusarsi ma quello che non si aspettava è che la docente le ha dato una risposta incredibile:

Ci chiedevamo dove fossi questa mattina. In futuro, se avrai difficoltà a trovare qualcuno che stia con Korbyn, non esitare a portarla in classe con te. Sarei assolutamente lieta di tenerla mentre insegno, in modo che tu possa prestare attenzione e prendere appunti. Lavoro per il dipartimento Bambini e Famiglia, quanto sarebbe terribile se non fossi disposta ad avere una bambina a lezione? La mia offerta è molto seria…Porta Korbyn con te!

Insomma, la professoressa non solo si è dispiaciuta del fatto che la studentessa non avesse potuto prendere parte alla lezione ma ha voluto anche rincuorarla, proponendole una soluzione per il futuro. Morgan, rimasta senza parole di fronte la dolcezza della donna, ha pubblicato la sua risposta online, diventando virale in pochissimo tempo. A notare il numero impressionante di like ricevuto è stata la Hunter che ha scritto una seconda mail alla ragazza, sottolineando ancora una volta che portare Korbyn in classe le sembrava l'unica cosa giusta da fare. Chissà quante saranno le professoresse che prenderanno l'esempio della Hunter e che andranno incontro alle loro studentesse madri.