Jenni Byrom è una donna di 41 anni, viene da Birmingham ed è madre di 3 figli. E’ una ginecologa e, visto che non intende avere più bambini, vuole trovare un metodo contraccettivo funzionante al 100%. Solitamente a quelle come lei viene consigliata la pillola anticoncezionale a basso dosaggio ma, dato che non esclude completamente le possibilità di rimanere incinta, ha preferito optare per la sterilizzazione.

Chiudendo l’ingresso alle tube di Falloppio, che collegano le ovaie all’utero, è praticamente impossibile che una donna cominci una gravidanza. “Qualcuno mi ha chiesto cosa farò se un giorno cambierò idea, magari se dovessi perdere uno dei miei figli. E’ come se nessuno accettasse la scelta di mettere fine volontariamente al proprio periodo fertile”, ha spiegato Jenni. La sterilizzazione è una delle forme più comuni di contraccezione in tutto il mondo, anche se il suo uso in Gran Bretagna sta nettamente calando, basti pensare che nel 2001 c’erano state 29mila operazioni, mentre nel 2013 solo 8mila. Il motivo per cui questo avviene?

Nel corso degli ultimi anni ci sono stati moltissimi cambiamenti culturali e l’idea di famiglia è totalmente rivoluzionata. Sono molte le donne che decidono di avere figli in tarda età dopo il secondo o addirittura il terzo matrimonio. Jenni però sempre stata convinta di questa scelta e non ha alcun tipo di rimpianto. Consiglia infatti a tutte le donne che non vogliono più procreare di optare per la sterilizzazione, così da evitare gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale, come gonfiore, chili di troppo e dolori vari.