Che Natale è senza gli auguri reali? Anche se in questo 2020 i festeggiamenti dovranno essere sobri e ristretti, le Royal Family europee non hanno rinunciato alle tradizionali cartoline di Natale. Ad "aprire le danze" sono stati i Cambridge, apparsi adorabili in versione casual, e nelle ultime ore a seguirli sono arrivati i monegaschi. Sulla pagina Facebook di casa Grimaldi è stato condiviso il messaggio di Alberto, Charlene e dei gemellini Jacques e Gabriella che, elegantissimi sullo sfondo di uno splendido albero addobbato, hanno dedicato ai sudditi queste parole: "Possa lo spirito del Natale essere con voi per tutto il 2021".

I look dei principini per la cartolina di Natale

Per la cartolina di Natale 2020 la famiglia reale di Monaco ha posato come da tradizione nella Sala degli Specchi di Palazzo Grimaldi, lo scatto è stato realizzato lo scorso 18 novembre, ovvero poco prima della Giornata Nazionale del Principato. È proprio perché risale a più di un mese fa che Charlene non ha il taglio rasato dall'animo punk che ha sfoggiato negli ultimi giorni, per l'occasione ha preferito un look da principessa con un etereo abito lungo color ghiaccio decorato con delle piume a contrasto, un modello firmato Ralph&Russo abbinato a un paio di orecchini Cartier. Anche i piccoli di casa sono apparsi adorabili e hanno "imitato" i genitori in fatto di stile. Gabriella ha indossato un vestitino di tulle rosa di Dior perfetto per una erede al trono come lei, mentre Jacques ha preferito un completo elegante, anche se a differenza di Alberto ha optato per uno spezzato con tanto di papillon.

La cartolina di Natale della Royal Family monegasca
in foto: La cartolina di Natale della Royal Family monegasca

Il Natale low-profile dei monegaschi

Come celebreranno il Natale i monegaschi? I festeggiamenti di quest'anno saranno low-profile a causa della pandemia e, così come tutti i sudditi, anche l'intera famiglia reale rimarrà a casa senza spostarsi dal Principato. Non ci saranno grandi banchetti, viaggi fuori porta e le apparizioni pubbliche verranno ridotte al minimo: certo, a rendere tutto magico saranno i bambini, ma chiaramente anche loro dovranno adeguarsi alle restrizioni imposte dal governo per ridurre al minimo i contagi. Insomma, a quanto pare l'emergenza sanitaria ha reso tutti uguali: che si abbiano origini nobili o meno, quest'anno ci ritroveremo tutti a passare le giornate di festa tra le mura domestiche.