Analee Gibney è una ragazza di 24 anni, viene dall'Irlanda e lo scorso marzo ha messo al mondo la piccola May Rose Gibney, una bimba che è riuscita a sopravvivere nonostante i gravi problemi di salute. Quando era ancora nel grembo materno alla ventesima settimana di gravidanza, i medici hanno notato che qualcosa non andava e, in seguito a vari controlli ed ecografie, hanno capito che la bimba era affetta da encefalocele.

Si tratta di una malformazione dovuta alla chiusura del tubo neurale che porta il cervello a crescere al di fuori del cranio. La cosa mette a rischio la vita del piccolo, che solitamente non riesce a superare le poche settimane di vita. Nel caso di May Rose, tutti credevano che non avrebbe superato il parto. La mamma era pronta al peggio, sapeva non c'era nulla da fare per cambiare la situazione, ma invece la bimba ha dimostrato di essere una vera e propria guerriera. Non solo è sopravvissuta, sta anche mettendo su peso e sta migliorando giorno dopo giorno. "Non voglio perdere la speranza, farà tutto il possibile per aiutare May Rose", ha spiegato la mamma.

Ha intenzione di portarla il prima possibile a Boston, negli Stati Uniti, così da sottoporla a un trattamento pionieristico che le farà finalmente avere una vita normale. E' proprio per eliminare quel tessuto che si è venuto a formare al di fuori del cranio che Analee ha  lanciato una campagna di raccolta fondi su GoFoundMe: May Rose è la sua ragione di vita e sarebbe capace di fare qualsiasi cosa pur di correggere quel difetto congenito e tenerla per sempre al suo fianco.