Raquel Santos era una ragazza di soli 28 anni, veniva da São Gonçalo, Rio de Janeiro, e l’ossessione per la bellezza l’ha portata alla morte. Era una modella bellissima, aveva partecipato al concorso Musa do Brasil ma, insoddisfatta del suo aspetto, lunedì scorso si era fatta iniettare del filler sul viso per rimuovere le prime rughe che le si formavano intorno agli occhi ogni volta che sorrideva.

Pochi minuti dopo l’intervento, però, qualcosa è andato storto ed è stata colpita da un improvviso attacco di cuore. Per lei non c’è stato nulla da fare, i medici non sono riusciti a salvarla. La mamma è ancora sconvolta dall’accaduto ed ha raccontato che prima dell’intervento Raquel era terrorizzata, come se si aspettasse che le cose non andassero come tutti immaginavano. Nonostante ciò, era una vera e propria “schiava della vanità” e non ha saputo rinunciare alla possibilità di diventare ancora più bella.

Si preoccupava molto del suo aspetto fisico. Non aveva detto a nessuno dell’operazione, così che nessuno l’avrebbe giudicata. Aveva già provato ogni tipo di procedura estetica, ma non si era mai sottoposta alla chirurgia vera e propria. Era felice, gioiosa e piena di sogni, voleva solo diventare una modella di successo”, ha raccontato la mamma della ragazza.

Attualmente, la polizia sta indagando sull’accaduto perché teme che sia stato utilizzato un farmaco illegale che stimola l’apparato cardio-respiratorio fino a far salire alle stelle la pressione sanguigna. Bisognerà capire se si tratta di un errore medico oppure solo di una sfortunata coincidenza.