Glamglow
in foto: Glamglow

Il multimasking è la tecnica beauty del momento: applicare più maschere viso nello stesso momento sulla pelle permette di ottenere risultati mirati per un incarnato impeccabile. La pelle del viso infatti non è tutta uguale, e proprio per questo motivo ha bisogno di attenzioni differenti a seconda della necessità di ogni zona: è un trattamento su misura che puoi creare tu stessa a casa tua applicando insieme maschere di diverse tipologie per soddisfare contemporaneamente differenti esigenze: la zona T per esempio tende spesso a diventare lucida e potresti aver bisogno di una maschera opacizzante. Allo stesso tempo però, il mento è spesso impuro e potrebbe aver bisogno di una maschera purificante, mentre le guance potrebbero necessitare di idratazione: è la tecnica perfetta per trovare la combinazione di maschere viso perfetta  per la tua pelle. Ma come si fa il multimasking?

Come si fa il multimasking

Applicare più maschere viso contemporaneamente con il multimasking è molto semplice: non dovrai fare altro che scegliere il tipo di maschera più adatto a seconda della zona del viso che vuoi trattare e poi applicarla localizzata, andando a creare il tuo "mosaico" di maschere viso. Solitamente le zone trattate sono il contorno occhi, la zona T (fronte, naso e mento), e le guance. Talvolta, quando la pelle è particolarmente impura, naso e mento possono essere trattati separatamente con una maschera purificante, ad esempio quelle al carbone. Le maschere viso dovranno ovviamente essere cremose, e potrai stenderle con le dita oppure con l'aiuto di un pennellino piatto. L'unica eccezione riguarda il contorno occhi, dove potrai applicare anche dei patch per combattere occhiaie e borse sotto gli occhi.

Quali maschere viso applicare insieme

Come si trova la giusta combinazione di maschere viso da utilizzare per questa routine beauty? L'abbinamento di maschere viso non è uguale per tutti e cambia a seconda della tipologia di pelle: alcune zone avranno bisogno di maggiore idratazione, altre di un'azione purificante e altre ancora di un trattamento illuminante. Ecco i consigli generali per effettuare il multimasking su ogni tipo di pelle: tieni presente però che la tua pelle potrebbe avere delle esigenze differenti e potresti quindi necessitare di una combinazione differente di maschere viso.

Pelle secca

Le pelli secche e disidratate avranno sicuramente bisogno di idratazione e nutrimento, ma molto probabilmente saranno anche molto delicate e quindi, specialmente durante l'inverno, potrebbero aver bisogno di un trattamento lenitivo. La giusta combinazione potrebbe essere quella che comprende una maschera lenitiva da applicare sulle guance, un contorno occhi nutriente per combattere le lineette di espressione della zona oculare e una maschera idratante da applicare nella zona T e sulla linea mandibolare.

Pelle grassa

La pelle grassa è spesso impura e tende a diventare lucida. Potrai quindi concentrarti su un'azione seboregolatrice per controllare l'effetto lucido e una maschera dedicata ai pori per ridurre il loro aspetto. Potrebbe essere utile inoltre una maschera esfoliante per rendere la pelle più levigata. L'abbinamento di maschere ideale potrebbe essere quello che prevede l'applicazione sul mento e sul naso una maschera al carbone per purificare, sulla fronte una maschera seboregolatrice per opacizzare e sulle guance una maschera che riduca l'aspetto dei pori da alternare a una maschera efoliante.

Pelle impura

Se la pelle grassa è particolarmente impura dovrai invece concentrare l'attenzione sulla purificazione utilizzando prodotti detox per eliminare le tossine e le impurità: scegli ad esempio una maschera all'argilla arricchita con acido glicolico da applicare nella zona T e sul mento per opacizzare e purificare, mentre sulle guance potrai localizzare una maschera per minimizzare l'aspetto dei pori.

Pelle mista

La pelle mista è quella più comune e unisce zone che tendono alla lucidità e all'impurità ad altre più secche: è la tipologia di pelle che trova più beneficio nel multimasking proprio perchè ha diverse esigenze a seconda della zona. La giusta combinazione potrebbe essere quella che prevede l'applicazione di una maschera opacizzante su fronte e naso, una purificante sul mento e all'occorrenza sulla mandibola e infine maschere idratanti per guance e contorno occhi.

Pelle spenta

La pelle spenta ha bisogno di luce e radiosità per combattere l'effetto grigio e opaco. Sono perfette le maschere detossinanti da applicare su fronte e mento per eliminare inquinamento, tossine e impurità da abbinare a maschere illuminanti o antiossidanti sulle guance. Per il contorno occhi scegli una maschera defaticante e illuminante.

Pelle matura

La pelle matura inizia a essere segnata dal tempo e spesso perde tonicità. Potrai creare il tuo mosaico di maschere viso utilizzando un contorno occhi ad effetto lifting per rendere più compatta e levigata la zona oculare e una maschera anti gravità da applicare sulle guance per un effetto tonificante. Sulla fronte e sul mento potrai invece applicare una maschera al collagene per contrastare le piccole rughe.