Koos van den Akker, stilista newyorkese, olandese di origine, è morto di cancro al colon due settimane fa all'età di 75 anni. Aveva studiato alla Royal Academy of Art in Francia e poi era stato apprendista di Christian Dior a Parigi, ma, dopo essersi trasferito a Manhattan, è diventato celebre per aver lanciato sul mercato il cosiddetto “maglione Cosby”, reso famoso da Bill Cosby, il protagonista del famoso telefilm anni ’80, “I Robinson”. Koos van den Akken inizialmente lavorava con una semplice macchina per cucire artigianale ed è poi finito con un atelier e una piccola serie di negozi monomarca a New Yoirk.

E’ stata Josephine Premice a chiedergli per la prima volta di disegnare un maglione, che avrebbe poi dovuto regalare al suo amico Bill Cosby, il quale ha apprezzato così tanto i colori forti e le fantasie sgargianti dell'indumento, che ne ha comprati 14 diversi. L’attore stesso li ha definiti delle vere e proprie opere d’arte e non ha potuto fare a meno di indossarli anche sul set. In tutte le puntate del telefilm, il protagonista infatti indossa una delle creazioni fantasiose e creative dello stilista olandese. Koos van den Akker si è sempre considerato un artigiano ed è proprio nel suo studio, sulla macchina da cucire, che tre settimane si è sentito male. E’ stato poi portato all’ospedale Mount Sinai Beth Israel, dove pochi giorni dopo ha perso la vita. “È morto sulla macchina da cucire, letteralmente. Questo è quello che ha sempre desiderato. Ha cucito fino alla fine”, ha dichiarato Puck Meunier, amica dello stilista e proprietaria della Koos & Company.