E’ morta venerdì scorso all’età di 98 anni Margaret Vinci Heldt, divenuta una celebrità negli anni Sessanta dopo aver creato la celebre acconciatura ad alveare, che ancora oggi viene sfoggiata dalle star più famose al mondo. Ha sempre avuto la passione per i capelli, tanto che ai tempi del liceo ha vinto una borsa di studio per una scuola di bellezza, per poi aprire un suo salone nel 1950, il Margaret Vinci Coiffures a Michigan Avenue. Fino ad allora aveva sperimentato le sue acconciature sulla chioma della mamma ma era evidente il suo incredibile talento.

La pettinatura "ad alveare" da lei ideata è apparsa per la prima volta sulle riviste nel febbraio del 1960 e da allora è diventata un classico nel mondo dell’hairstyle. L’idea le è venuta per caso, dopo aver visto un cappello di voluto nero, che riusciva a rendere l’acconciatura davvero incredibile. Ha lavorato una notte intera mentre il resto della famiglia dormiva profondamente pur di riprodurre quell’accessorio con l’utilizzo dei soli capelli e alla fine ci è riuscita, dando vita a qualcosa di incredibile, che è stata poi imitata dai parrucchieri di tutto il mondo.

Una delle star più famose che hanno sfoggiato l’acconciatura ad alveare di Margaret Vinci Heldt è stata Amy Winehouse, capace di renderla il tratto distintivo del suo look, tanto che ancora oggi viene ricordata per la pettinatura "sopra le righe. Non si può non citare anche Beyoncé, Adele, Audrey Hepburn o addirittura Marge Simpson. La pettinatura di Margaret Vinci Heldt ha praticamente fatto il giro del mondo e la sua morte segna la fine di un’epoca.