Barneys New York, la catena di grandi magazzini di lusso più celebre della Grande Mela, ha appena lanciato una campagna pubblicitaria per la prossima stagione primaverile che senza dubbio farà discutere. A firmare gli scatti il famoso fotografo Bruce Weber che ha immortalato 17 modelle transgender sullo sfondo di una meravigliosa New York. Nelle fotografie in bianco e nero non ci sono le solite modelle sensuali dallo sguardo ammaliante, in questo caso i protagonisti non appaiono nelle classiche pose da cartellone pubblicitraio, Weber sceglie di ritrarre i transgender attorniati da amici e familiari, realizzando splendidi ritratti intimi.

Il titolo della campagna è «Brothers, Sisters, Sons & Daughters» e le fotografie inconsuete sono state pensate per distruggere i pregiudizi verso le persone che hanno scelto di cambiare sesso o stanno pensando di farlo. In ogni immagine è l'amore di un padre verso un figlio o di due fratelli il vero protagonista, ogni scatto dimostra che l'more non ha confini e va al di là del genere e delle preferenze sessuali. Nei ritratti di Weber vediamo famiglie unite, viene a galla un rapporto solido e duraturo tra persone indipendentemente dal sesso.

Ad accompagnare le immagini della campagna ci sono le storie dei protagonisti, Patricia Bosworth, giornalista di Vanity Fair, ha intervistato ognuno di loro, raccontato i loro dolori e le paure che li hanno accompagnati in questo difficile passaggio, un passaggio spesso reso ancor più duro dai pregiudizi esterni e dall'ostracismo della società. La catena Barneys inoltre ha scelto di devolere il 10% degli incassi raccolti nei punti vendita l'11 febbraio al LGBT Community Center di New York City e al National Center for Transgender Equality.