La quarantena in Italia è arrivata al termine ma di sicuro questo periodo di reclusione forzata dovuta al Coronavirus rimarrà nella memoria di tutti. C'è chi ne ha approfittato per prendersi un momento di pausa dalla normale routine, chi ha trovato non poche difficoltà nel rimanere in casa per oltre due mesi e chi ha ritrovato se stesso, entrando in contatto con la parte più profonda della propria interiorità. È il caso di Miriam Leone, che solo oggi ha trovato la forza di "mettersi a nudo", parlando apertamente dei sentimenti provati durante l'isolamento. L'attrice ha passato le giornate tra le mura domestiche senza trucco e, così facendo, è riuscita a sentire un senso di libertà. Lo ha rivelato in un toccante post condiviso sui social che in poco tempo ha registrato un vero e proprio boom di like.

La Leone si è scattata un selfie in primo piano con il sole che le illumina solo una parte del viso, appare senza veli, senza trucco e con il volto leggermente sudato. Nonostante sia totalmente al naturale, è sempre bellissima. Nella didascalia ha poi scritto:

In una delle primissime interviste che mi fecero (poi un giorno vi racconterò meglio di come la mia vita sia cambiata dall'oggi al domani) mi chiesero – "Cosa porterebbe su un'isola deserta?"e io "Beh, il mascara!". Bene, in questi mesi sono tornata ad una sorta di stato di natura gentile, lontano da trucchi e parrucchi (che amo dalla nascita e sempre comunque amerò suppongo)… Ma mi sono sentita libera, libera di non dover sembrare a posto a tutti i costi, selvatica, senza un filo di trucco, senza mascara, come in questa foto, libera di non apparire perfetta, nessuno lo è, nemmeno io ve lo assicuro.

In una delle primissime interviste che mi fecero (poi un giorno vi racconterò meglio di come la mia vita sia cambiata dall'oggi al domani) mi chiesero – "Cosa porterebbe su un'isola deserta?"e io – – "Beh, il mascara!"… Bene, in questi mesi sono tornata ad una sorta di stato di natura gentile, lontano da trucchi e parrucchi (che amo dalla nascita e sempre comunque amerò suppongo)… Ma mi sono sentita libera, libera di non dover sembrare a posto a tutti i costi, selvatica, senza un filo di trucco,senza mascara, come in questa foto, libera di non apparire perfetta, nessuno lo è, nemmeno io ve lo assicuro… Ho convissuto ciclicamente con tante di quelle insicurezze che un giorno vi racconteró anche quelle (magari non lo stesso giorno di come la mia vita sia cambiata dall'oggi al domani). .. "Avrei voluto sentirmi scabro ed essenziale" scriveva Montale … ed io aspiro all'essenziale, dopo una vita di complicazioni. L'amore probabilmente è l'essenziale, in ogni sua forma…cercate di praticarlo e cercarlo dentro voi stessi. Certo, c'è da dire anche che dopo mesi scalza non vedo l'ora di tornare a correre sui tacchi!!! Ho scritto un pippone, accussì…

A post shared by miriam leone (@mirimeo) on

Ha poi continuato facendo riferimento alle numerose incertezze che da sempre hanno caratterizzato la sua vita ma ad oggi si è resa conto che l'amore in ogni forma è l'unica cosa davvero essenziale, dunque lo si dovrebbe cercare e praticarlo prima di tutto dentro se stessi. Qual è l'accessorio che più di tutti le è mancato in quarantena? I tacchi a spillo: dopo mesi scalza, non vede l'ora di tornare a correre sulle scarpe alte.