I dispositivi anti-abbandono, resi attualmente obbligatori dalla Legge n. 117 del 2018 e che si suddividono in modelli a cuscino, modelli con connessione smartphone e modelli agganciabili, dovranno necessariamente entrare a far parte della quotidianità delle famiglie, dopo i numerosi fatti di cronaca dalle tragiche conseguenze che hanno visto minori dimenticati dai propri genitori all'interno delle automobili. A partire dallo scorso 7 novembre, giorno in cui è ufficialmente entrato in vigore il Decreto Attuativo della legge 117/2018, l'installazione di questi sensori, che possono essere integrati, indipendenti o già presenti nel veicolo, è obbligatoria non solo per le normali automobili, ma anche per i veicoli commerciali che trasportano bambini fino ai 4 anni di età. Al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica, nel corso dei tre anni che andranno dal 2019 al 2021 saranno anche avviate delle campagne promozionali e pubblicitarie per spiegare come utilizzare correttamente questi dispositivi di allarme che saranno senza dubbio utilissimi per arginare questo triste fenomeno. Come precedentemente detto, attualmente esistono tre diverse tipologie, così come disposto dall'Articolo 3 del Regolamento di attuazione:

  • integrato nel seggiolino: si tratta di una tipologia che prevede già la presenza del sensore all'interno del seggiolino, così come progettato dalla Casa produttrice;
  • dispositivo già presente in dotazione del veicolo o acquistabile a richiesta: come espressamente indicato nel fascicolo di omologazione della vettura (al momento solo alcuni modelli di autovetture, come la Hyundai Santa Fe, offrono questa opportunità);
  • tecnologia indipendente: sensore venduto separatamente non compreso tra gli accessori in dotazione del veicolo e non integrato nel seggiolino. Questa tipologia può essere acquistata ed installata.

Sul mercato è possibile trovare molto più facilmente quelli appartenenti alla prima e alla terza categoria, anche se non è difficile prevedere che le Case automobilistiche produrranno delle autovetture munite di dispositivo o acquistabile separatamente per permettere a coloro che compreranno un' auto di essere in regola. Vi informiamo, infatti, che per chiunque trasporti bambini fino ai 4 anni sprovvisti di questi dispositivi, saranno previste delle sanzioni pari a quelle previste per chi trasporta minori senza seggiolino e che prevedono il pagamento di una multa che va dagli 83 ai 333 Euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Dato che si parla di oggetti che tutelano la sicurezza dei più piccoli, è necessario che siano sempre accompagnati da un certificato di conformità rilasciato dal produttore e che:

  • si attivino automaticamente senza che il genitore (o il conducente della vettura) compia ulteriori azioni;
  • diano chiari segnali di avvenuta attivazione;
  • emanino segnali (acustici, visivi o vibrazioni) che siano perfettamente percepibili in caso di rilevato abbandono.

Data l'obbligatorietà di possederne uno e i diversi modelli disponibili, abbiamo stilato una lista dei migliori dispositivi anti-abbandono attualmente presenti in commercio per guidarvi nella scelta del seggiolino o del sensore che fa al vostro caso.

Se avete intenzione di acquistarne uno, sappiate che è stato anche annunciato un bonus di 30 Euro per agevolarne l'acquisto anche se, al momento, non si hanno ancora notizie certe in questo senso. Prima di scoprire quali sono i migliori sul mercato, vediamo quali sono le tipologie dei modelli disponibili.

Quali sono le tipologie dei dispositivi anti-abbandono?

Prima di scoprire quali sono i migliori in commercio, vi spieghiamo quali sono i modelli disponibili che, in estrema sintesi, si suddividono in modelli a cuscino e modelli con connessione smartphone. Vediamo le differenze.

  • modelli a cuscino: vengono posizionati direttamente sotto al bambino e ne rilevano il peso. Queste tipologie emettono un segnale acustico quando l'automobile viene spenta e che si disattiva solo quando il bambino viene prelevato dal seggiolone. Il sensore, infatti, interrompe il suono solo quando non avverte più il peso del minore. Ci sono diversi modelli disponibili, da quelli più semplici ed economici a quelli più tecnologicamente avanzati e costosi, ma entrambi ugualmente efficienti e sicuri.
  • modelli con connessione smartphone: sono sicuramente molto più tecnologici e costosi dei primi e funzionano collegandosi tramite bluetooth allo smartphone. A differenza dei modelli a cuscino, il segnale sonoro non viene emesso dal dispositivo, ma dal cellulare tramite un'App collegata. Una delle funzioni più utili è sicuramente quella dell'invio di un tempestivo SMS di emergenza sullo smartphone del genitore se il dispositivo non rileva la disattivazione della prima notifica di allarme.
  • modelli che vengono agganciati alle cinture di sicurezza dell'auto o del seggiolone: queste tipologie, a differenza dei modelli a cuscino, non si posizionano sotto al bambino ma si agganciano direttamente alle cinture di sicurezza (dell'auto o del seggiolone). In questi casi i sensori rilevano la presenza o meno del minore all'interno dell'automobile non attraverso il peso ma intuendo se le cinture  sono allacciate o meno.

Dispositivi anti-abbandono: i migliori sensori

Dopo avervi spiegato perché é necessario acquistare questi sistemi e quali sono le tipologie disponibili, scopriamo insieme quali sono i migliori presenti sul mercato.

Chicco Oasys BebèCare: il primo seggiolino auto dotato di dispositivo anti-abbandono

Nel 2017 Samsung e Chicco hanno sviluppato insieme il primo seggiolino auto dotato di dispositivo integrato anti-abbandono BebèCare, adatto dalla nascita fino ai 6 Kg. Il dispositivo è facilmente attivabile attraverso un App dedicata (disponibile sia per iOS sia per Android) che collega lo smartphone al seggiolino ed emana segnali di avviso in caso di allontanamento dal veicolo. È acquistabile su Amazon.

Pro: la prima installazione e l'utilizzo del sistema sono molto intuitivi e di facile comprensione. Anche la connessione per gli utilizzi successivi risulta molto semplice perché automatica.

Contro: alcuni utenti segnalano che questo seggiolino è adatto a bambini fino a 2 anni anche se l'obbligo di utilizzo del dispositivo anti-abbandono è fino ai 4 anni.

Chicco BebeCare Easy-Tech: il dispositivo di sicurezza agganciabile

Questo della Chicco è un sistema comodo e molto intuitivo che si può agganciare sia alle cinture dell'autovettura, sia alle cinture del seggiolino del bambino. Dal momento che è un dispositivo universale è possibile applicarlo su qualsiasi seggiolino, da quelli più moderni a quelli già presenti sul mercato. Anche Chicco BebeCare funziona tramite l'App dedicata e si gestisce via bluetooth. È disponibile su Amazon.

Pro: risulta molto facile da istallare e comodo da utilizzare. Anche l'App dedicata è intuitiva e di facile comprensione. L'ottimo rapporto qualità/prezzo è l'ulteriore punto di forza di questo dispositivo, che risulta essere uno dei più funzionali presenti in commercio.

Contro: l'iscrizione all'App è riservata ad una sola persona, anche se è possibile effettuare comunque il login da un altro cellulare con le credenziali di chi ha effettuato la prima registrazione.

Baby Bell: il sensore con sistema di messaggistica di emergenza

Molto affidabile è anche Baby Bell dotato di doppio sistema di sicurezza. Dopo che il conducente dell'auto ha terminato il viaggio, infatti, il dispositivo gli ricorda di prendere il bambino e, successivamente, invia anche una notifica allo smartphone associato per ricevere conferma. In caso di mancata conferma, inoltre, vengono inviati ben 3 messaggi di emergenza. È disponibile su Amazon.

Pro: il sensore di peso da posizionare sotto l'imbottitura del seggiolino presenta delle dimensioni tali da garantirne il funzionamento anche per i bambini più piccoli, senza risultare ingombrante e fastidioso.

Contro: il volume dell'allarme potrebbe essere leggermente più alto, anche se il doppio sistema di sicurezza garantisce una perfetta percezione dell'emergenza.

Tippy Smart Pad: il cuscino intelligente

L'intuitivo e tecnologico Tippy Smart Pad è un dispositivo che si collega via bluetooth allo smartphone ed è capace di rilevare la presenza del bambino all'interno dell'automobile. Quando il genitore si allontana dall'auto lasciando il bambino sul seggiolino, il dispositivo invia prontamente delle notifiche sul cellulare per avvertire. È acquistabile su Amazon.

Pro: l'App di questo dispositivo permette di memorizzare dei numeri di emergenza ai quali viene inviato un SMS nel caso in cui la prima notifica di allarme sonoro non venga silenziata dal genitore.

Contro: non sono state rilevate particolari criticità da parte di coloro che hanno acquistato questo dispositivo.

Baby Seat Alarm: il dispositivo con allarme visivo e sonoro

Facilmente inseribile nell'accendisigari dell'automobile, Baby Seat Alarm funziona con un sistema di doppia sicurezza, uno sonoro ed uno visivo. Se il bambino viene correttamente prelevato la luce diventa verde, mentre, se il dispositivo ne rivela la presenza, la luce diventa rossa e si attiva automaticamente l'allarme sonoro. Lo potete acquistare su Amazon.

Pro: oltre a risultare molto intuitivo da installare, questo dispositivo funziona senza fili, di conseguenza, risulta molto facile da utilizzare anche durante la guida. Dotato di prese USB, può essere utilizzato anche per ricaricare altri apparecchi elettronici.

Contro: è leggermente più costoso rispetto agli altri dispositivi elencati, ma il prezzo è giustificato dalla sua affidabilità.

Bébé Confort E-Safety: il sensore che invia SMS di emergenza

Questo modello di Bebe Confort attiva un allarme sonoro quando il bambino è seduto sul seggiolino e lo smartphone, associato al dispositivo, si allontana anche per più di 10 metri. Nel caso in cui l'allarme non venisse disattivato, il cuscino intelligente invia SMS di emergenza con la posizione dell'autovettura a dei numeri di emergenza inseriti dal guidatore. È disponibile su Amazon.

Pro: i sensori di questo dispositivo risultano molto sensibili, di conseguenza, rilevano con precisione qualsiasi movimento del minore che si trova nel seggiolino. 

Contro: la batteria inserita all'interno della fodera non è ricaricabile.

Inglesina Ally Pad: il cuscino intelligente che si adatta alla crescita del bambino

La proposta di Inglesina è un cuscino che segue la crescita del bambino dal momento che si adatta sia agli ovetti che ai seggiolini da auto più grandi. Anche questo sensore prevede la possibilità di inserire dei numeri di emergenza per inviare dei messaggi di emergenza nel caso in cui lo smartphone associato non disattivi la prima notifica di allarme. Lo potete acquistare su Amazon   

Pro: questo dispositivo può essere abbinato ad un numero illimitato di account, di conseguenza, permette a più persone di essere avvisate nell'eventualità che il minore resti da solo in auto.

Contro: l'App resta sempre attiva anche quando non si utilizza l'automobile, questo influisce leggermente sulla batteria dello smartphone.