Michelle Obama potrà pure non essere più First Lady da diversi anni ma è riuscita a rimanere lo stesso nel cuore degli americani grazie alla sua semplicità, alla sua dolcezza e alla sua eleganza. Ora è in quarantena proprio come tutti ma non per questo ha abbandonato i fan, con i quali continua ad avere un rapporto diretto sui social. Ha sempre dato prova di essere una mamma attenta e premurosa e in questo periodo difficile il suo pensiero non poteva che andare ai più piccoli, costretti in casa per intere settimane, lontani da scuola, attività fisica e rapporti sociali. È proprio per sostenerli e per fargli compagnia in modo originale e costruttivo che ha lanciato l'iniziativa "Mondays with Michelle", un appuntamento in streaming durante il quale legge alcuni dei suoi libri preferiti ai bambini che non possono uscire a causa del lockdown.

"Monday with Michelle", il progetto dell'ex First Lady

Si chiama "Mondays with Michelle" ed è l'iniziativa ideata da Michelle Obama per i più piccoli costretti in quarantena a causa dell'emergenza Coronavirus. Per quattro settimane ogni lunedì leggerà in diretta streaming su YouTube e Facebook alcuni dei suoi libri per bambini preferiti, così da aiutarli a passare un pomeriggio spensierato in questo momento storico difficile. Ieri è stato trasmesso il primo appuntamento con il progetto, l'ex First Lady ha letto "Gruffalo", la storia di un topolino che si serve dell'intelligenza e dell'immaginazione per farsi rispettare dagli altri animali. Nelle prossime puntate sarà la volta di "C’è un drago nel tuo libro", "I semi di Miss Maple" e "Il bruco molto affamato".

Michelle Obama da sempre sostiene i bambini in difficoltà

Non è la prima volta che Michelle Obama lancia un'iniziativa per i più piccoli, era già successo quando il marito Barack era Presidente degli Stati Uniti. All'epoca, infatti, lanciò diverse campagne dedicate ai bambini, da "Let’s Move!", il cui obiettivo era ridurre l'obesità infantile promuovendo uno stile di vita salutare, ai pomeriggi di orticoltura nel giardino della Casa Bianca. Di fronte a un'emergenza sanitaria grave come quella causata dal Covid-19 non poteva rimanere indifferente. Come le è venuta l'idea di "Mondays with Michelle"? Lo ha spiegato lei stessa con queste parole: "Da piccola adoravo leggere ad alta voce e quando sono diventata un genitore ho trovato tanta gioia nel condividere la magia della narrazione con le mie figlie, poi, come first lady, anche con tutti gli altri bambini ovunque essi fossero". Insomma, la Obama ha dimostrato ancora una volta di avere un animo nobile: quanti saranno i bimbi che non potranno fare a meno dei suoi racconti?