Il mondo della moda è stato costretto a rinnovarsi a causa della pandemia, ancora oggi non si può ritornare alla "vecchia normalità" a causa dell'elevato rischio contagio e sono moltissime le Maison che stanno provando ad adeguarsi, proponendo delle soluzioni originali per presentare le nuove collezioni. Michael Kors è tra quelle che non hanno preso parte alle ultime Fashion Week, ha preferito tenere uno show in forma virtuale fuori calendario, non rispettando dunque i classici tempi del fashion system. La sfilata è stata organizzata ieri in un orto comunitario del New York Restoration Project e, tra cespugli, foglie e una passerella in legno, lo stilista ha lanciato la linea per la Primavera/Estate 2021.

La sfilata in un orto urbano di New York

Il tema della sfilata di Michael Kors è la natura urbana, non a caso la collezione Primavera/Estate 2021 è stata presentata in un orto urbano di New York, che ha permesso al pubblico di assaporare lo spirito eclettico della Grande Mela. “Siamo stati tutti costretti a rallentare quest'anno e penso che abbiamo iniziato ad apprezzare le cose in un modo nuovo: un fiore che sboccia, un bel tramonto, una passeggiata lungo il fiume, queste sono cose che ci hanno portato speranza. Volevo guardare la natura e la rinascita attraverso una lente urbana", ha spiegato lo stilista per motivare la scelta dell'insolita location.

In passerella trionfa la comodità

Lo show si è tenuto in forma digitale ed è diventato una vera e propria esperienza virtuale accessibile su più livelli. Sul sito della Maison sono stati lanciati tre video: il primo è una sorta di documentario che immerge gli spettatori nell'atmosfera, mostrando in che modo l'orto urbano è stato ristrutturato, il secondo è la sfilata vera e propria, il terzo è un video musicale incentrato sulla performance di Diaz di "You've Got a Friend". In passerella hanno trionfato abiti comodi, versatili, che durano del tempo, dai completi di lino con "pantaloni pigiama"  dress a tunica, fino ad arrivare a morbide maglie di lana, chemisier, parei, tutto abbinato a scarpe basse. Michael ha così ristabilito un contatto con la natura, l'unica cosa che ci aiuta a farci sentire meglio, a donarci speranza verso un futuro migliore. In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, la moda deve trasmettere sicurezza.