Lytina Kaur è una donna di 32 anni, viene da Wollaron, a Nottingham, e da adolescente ha combattuto una dura battaglia contro una forma di cancro molto aggressiva. Aveva solo 17 anni quando i medici le hanno diagnosticato una grave forma di leucemia, che l’ha costretta a sottoporsi a un trapianto di midollo osseo, l'unica opzione che aveva per sopravvivere. Dopo l’intervento, le è stato detto che non sarebbe mai potuta rimanere incinta e, in effetti, nel momento in cui ci ha provato dopo il matrimonio, non è mai riuscita a portare a temine la gravidanza, tanto da essere arrivata ad abortire per ben 17 volte.

All’inizio non l’ho presa male, ero ancora giovane. Dopo essermi sposata, la cosa è diventata straziante”, ha spiegato Latina, facendo riferimento al fatto che non riuscisse ad avere figli. E’ proprio per crearsi una famiglia nonostante le difficoltà che aveva deciso di ricorrere all’adozione tramite una madre surrogata ma, proprio quando aveva perso le speranze, le è accaduto qualcosa di incredibile. Dopo 13 anni dalla diagnosi, Lytina ha portato a termine una gravidanza e nel settembre del 2015 ha messo al mondo la sua prima figlia, Kiran.

Due mesi più tardi, è diventata ancora una volta mamma di due gemelli nati in via surrogata, Kajal e Kavita, e nel 2016 ha scoperto di essere rimasta ancora una volta incinta. Dopo 9 mesi, ha partorito naturalmente la seconda figlia naturale, KiYara Kaur Landa. Insomma, in poco più di nove mesi, la 32enne è diventata mamma di 4 bambine e la cosa non potrebbe renderla più felice. Oggi, ha finalmente realizzato il suo sogno: avere un famiglia numerosa.