Beatriz Pugliese è una ragazza di 22 anni, viene da São Paulo, in Brasile, ed è nata con una rara condizione chiamata nevo melanocitico congenito gigante che colpisce una persona ogni 50.000 e che le ha provocato la comparse di nei scuri sull'80% della pelle. La cosa le ha creato non pochi disagi. Quando andava a scuola, è stata presa di mira dai bulli, la chiamavano "scimmia" e la facevano sentire imbarazzata a causa del suo disturbo.

I genitori, al contrario, non l'hanno mai fatta sentire diversa, l'hanno sempre incoraggiata a indossare tutti gli abiti che voleva, senza preoccuparsi del giudizio degli altri. Nonostante ciò, la ragazza ha deciso di ricorrere alla chirurgia plastica per 30 volte nella speranza di ridurre quelle grosse macchie che ha sul tutto il corpo ma di recente ha deciso che non lo farà mai più. Ha finalmente trovato fiducia in se stessa e per dare una bella lezione a tutti quelli che la prendevano in giro ha affermato di voler lavorare proprio con le scimmie, vista la sua passione per la natura.

Anche se è stato difficile, oggi Beatriz è più felice che mai: ha trovato l'amore, è fidanzata da 3 anni e va fiera del suo aspetto. "I miei nei non sono mai stati un problema per lui, anzi li ama e mi dà tutto il supporto di cui ho bisogno", ha spiegato Beatriz contenta. A tutti quelli che non si accettano così come sono, consiglia di imparare a essere positivi e a comprendere il vero senso della vita, proprio come ha fatto lei. La bellezza sta anche nelle differenze ed è proprio questo concetto che l'ha aiutata ad andare avanti.