La storia di Claire Embleton ha dell'incredibile: la giovane donna infatti si è ritrovata improvvisamente con la mandibola bloccata, riuscendo ad aprirla solamente per 1 cm. Fino all'attimo prima rideva e parlava normalmente, poi all'improvviso la paralisi.

In preda al panico si è rivolta al dentista, che le ha diagnosticato un problema mandibolare invitandola a farsi visitare da uno specialista. La verità però era ben più contorta: Claire infatti aveva l'abitudine di masticare continuamente chewing-gum, soprattutto dopo aver mangiato e bevuto. La 38enne era convinta che tale abitudine non fosse affatto un male e consumava solamente chewing gum senza zucchero proprio per evitare danni all'organismo. I primi sintomi sono stati degli scricchiolii a livello mandibolare, che però Claire ha ignorato, pensando si trattasse di un fatto non rilevante. Solo dopo ha scoperto che si trattava di una sorta di avviso che da lì a poco sarebbe arrivato un problema.

Sono stati i dottori infatti a rivelare a Claire la causa del problema: dopo aver masticato chewing gum per 5 ore al giorno per oltre 5 anni, i muscoli della mandibola della donna si sono usurati a causa del troppo lavoro e si sono bloccati. Al momento Claire si è sottoposta a una terapia per diminuire il dolore e far tornare in funzione la mandibola, ma ben presto dovrà sottoporti ad un intervento per riparla del tutto: l'operazione non sarà per niente facile: il chirurgo infatti dovrà applicare delle placche di metallo per permettere a Claire di muovere la mandibola senza costrizioni e sul suo viso potrebbero rimanere delle cicatrici.