Oggi Marilyn Monroe avrebbe compiuto 90 anni. Dell'età di una signora non si parla, certo, ma per i miti si può fare un'eccezione, perché per loro il tempo non esiste. Con il suo fascino indescrivibile, sospeso tra leggerezza e tormento, tra la frivolezza ostentata e l'inquietudine di un'infanzia negata e di un temperamento a tratti malinconico, Marilyn è riuscita a costruirsi una carriera incredibile e a rimanere impressa nella storia, non solo dello spettacolo. Una vera e propria icona, consacrata da opere d'arte, commemorazioni e celebrazioni senza fine, che dopo una morte ancora avvolta dal mistero e che l'ha colta troppo presto, continua a vivere nell'immortalità destinata solo alle stelle, quelle vere. A renderla memorabile ha contribuito anche il suo stile inconfondibile, provocatorio e sfavillante, con alcuni abiti che hanno sottolineato i momenti più importanti della sua vita e della sua carriera. E la memoria corre subito alla gonna sollevata dal vento.

Il vestito bianco che si solleva

Forse non tutti hanno visto, o nemmeno conoscono, Quando la moglie è in vacanza, film del 1955 diretto da Billy Wilder. Sicuramente tutti, però, hanno ben impressa Marilyn Monroe che, in abito bianco, cerca di abbassare la gonna ballerina che si solleva senza pietà, considerata tra le scene più iconiche della storia del cinema e dell'attrice stessa. Un'immagine immortale, oggetto di omaggi e citazioni che non si contano. L'abito indossato in quell'occasione è stato disegnato dal costumista William Travilla, è un semplice abito da cocktail color avorio in linea con la moda del tempo. Per anni ha fatto parte della collezione privata di memorabilia hollywoodiana di Debbie Reynolds, poi messo all'asta e venduto ad un misterioso compratore intorno ai 5 milioni di dollari, la cifra più alta mai pagata per un abito di scena.

L'abito rosa shocking

Se l'abito bianco ormai è un patrimonio dell'umanità, si potrebbe dire lo stesso per quello rosa shocking che Marilyn Monroe ha indossato in Gli uomini preferiscono le bionde nel 1953. A disegnarlo per lei è ancora il costumista statunitense William Travilla. Anche in questo caso, tante le citazioni e gli omaggi: come dimenticare Madonna che sfoggia un vestito identico per il videoclip Material Girl. È stato venduto all'asta nel 2010 per 260.000 dollari, anche se molti sostengono che l'abito non sia quello originale perché la forte tintura adoperata per ottenere il colore cangiante lo avrebbe rovinato già poco tempo dopo il film.

Gli uomini preferiscono le bionde in rosso

In questo film che ha consacrato la sua carriera, Marilyn ha sfoggiato anche un altro abito memorabile, questa volta rosso fuoco. Con una profonda scollatura e uno spacco molto alto, anche in questo caso la diva stuzzicò la sensibilità della sua epoca.

Il vestito Happy Birthday

Quando le fu proposto di cantare per il compleanno del presidente Kennedy, Marilyn Monroe accettò con grande piacere, e si preoccupò immediatamente di rendere indimenticabile quella grande occasione. Si rivolse a Jeans Louis, lo stilista più famoso a quel tempo in America, con una richiesta ben precisa: qualcosa di unico e strepitoso, qualcosa che potesse indossare solo lei. E lo stilista la prese alla lettera, e dopo aver studiato a lungo le sue movenze e la sua sensualità, comprese che c'era un solo modo per renderle giustizia: mostrare il suo corpo. Nacque così quest'abito indimenticabile, una sottile ragnatela color carne tempestata di brillanti dall'effetto nudo, per lo scandalo e la meraviglia dei benpensanti dell'epoca.

Il costume da bagno bianco

Come non dimenticare gli scatti in spiaggia. Anche se la bella Marilyn ne ha indossati tanti di e anche più provocanti e succinti, a fare la storia è stato il costume intero bianco da perfetta pin up, che ancora oggi detta legge ed ispira le linee dalle ispirazioni retrò.

Una vita troppo breve quella di Marilyn, che ha attraversato il firmamento del divismo americano e mondiale con la velocità di una stella cadente. Ma proprio come una stella cadente, con il suo fascino e una sensualità che ha saputo coltivare con maestria, è riuscita a brillare di una luce destinata a rimanere nella memoria ancora a lungo. Nel cinema, nella moda, nella storia.