Quando Mariam Paré aveva solo 20 anni la sua vita è cambiata per sempre. Un proiettile vagante l'ha colpito tra la schiena e le scapole ed è rimasta completamente paralizzata perdendo l'uso delle braccia e delle gambe. Al momento dell'incidente Mariam era una pittrice emergente che stava costruendo la sua carriera artistica studiando e dipingendo.

Dopo aver perso l'uso delle braccia Mariam non si è lasciata abbattere ed ha scelto di continuare ad inseguire il suo sogno e fare ciò che la rendeva più felice, dipingere. Ha iniziato la raibilitazione e presto si è resa conto che poteva pitturare sulla tela anche senza le braccia, bastava tenere il pennello tra le labbra e così ha fatto. Mariam è un esempio di forza e determinazione, è una donna che non ha mai permesso alla sua disabilità di bloccare in nessun modo la sua carriera artistica.

"Qualcuno stava girando con una pistola ed ha sparato alla macchina che stavo guidando, il proiettile mi ha colpito alla schiena tra le scapole e il collo e mi ha subito paralizzato" spiega la donna. Mariam ama dipingere ritratti e nature morte, ma non disdegna soggetti più buffi come ad esempio il volto di Babbo Natale. Sul suo sito promuove la sua arte e pubblica tutti i quadri realizzati, tutti quadri che nascondono la forza di una donna, che dopo la tragedia ha scelto di continuare a vivere.