Moda, cinema e solidarietà si sono incontrate per dire basta alla violenza contro le donne. Maria Grazia Cucinotta e Maria Grazia Severi uniscono le forze per combattere le discriminazioni di genere e dare un contributo concreto per il miglioramento della condizione femminile nelle società odierne. L'attrice e la stilista hanno presentato a Milano “Maria Grazia Cucinotta for Maria Grazia Severi a sostegno di Pangea”, una capsule collection sensuale ed estremamente femminile, composta  da 10 capi primaverili con stampe animalier, in vendita da febbraio 2014. Parte del ricavato verrà devoluto alla Onlus Pangea che si batte da anni con l’obiettivo di favorire le condizioni di sviluppo economico e sociale delle donne e delle loro famiglie attraverso strumenti come l’istruzione, l’educazione ai diritti umani e la formazione professionale.

La collezione per le donne che non hanno paura – Maria Grazia Cucinotta ha disegnato con la designer Francesca Severi abiti per una donna che non deve aver paura di mostrare la propria femminilità. La stilista ha dichiarato:

Abbiamo pensato a un Made in Italy per esaltare quella femminilità che non deve essere mortificata per paura della violenza ma, al contrario, amplificata e portata con orgoglio per eliminare ogni pregiudizio

Della collezione fanno parte capi basic rifiniti da catene e bordi in pizzo: abiti, giacche, tute per una donna contemporanea, che non dimentica la sua parte più chic e sensuale ma riesce ad avere sempre con un tocco di ironia.

Maria Grazia Cucinotta e la lotta contro le violenze – Quest'ultima collaborazione con la casa di moda è solo una delle tante iniziative a cui l'attrice ha partecipato per dare il proprio contributo cercando di migliorare la condizioni femminile in Italia e nel mondo. Una collaborazione speciale che acquista ancora più rilievo perché mostrata a ridosso della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, in programma il prossimo 25 novembre, e che vedrà la stessa Maria Grazia Cucinotta in prima linea come voce narrante dei monologhi sul femminicidio firmati da Serena Dandini. Raggiunta dai microfoni di Fanpage la Cucinotta spiega di aver voluto una collezione ultra femminile perchè la donna non deve aver paura di sentirsi bella:

Una donna non deve aver paura di essere donna, se ti metti una minigonna questo non autorizza nessuno a saltarti addosso. Essere donna vuol dire essere sicure della propria femminilità senza averne paura.

L'attrice continua spiegando che bisogna educare le persone ad eliminare ogni tipo di pregiudizio ed è proprio questo l'obiettivo della Onlus Pangea che si impegna a mettere in piedi progetti concreti per la salvaguardia della condizione femminile:

Ho scelto Pangea perchè loro agiscono sul campo e compiono miracoli… Bisogna rieducare le persone per insegnare ai loro bambini il rispetto, bisogna far crescere i bambini senza pregiudizi.