Si è appena conclusa la New York Fashion Week, che negli ultimi giorni ha visto numerosissime Maison di fama internazionale presentare le loro collezioni Primavera/Estate 2020. Ieri è stato il turno di Marc Jacobs, stilista che ha chiuso l'evento nella grande sala del Park Avenue Armory. Per l'occasione, ha pensato bene di trasformare la passerella in un mondo gioioso, colorato e sopra le righe, in cui tutto è ispirato agli anni '80. Le modelle sono entrate tutte insieme sul catwalk sorridendosi e mischiandosi al pubblico, solo in un secondo momento hanno dato il via allo show vero e proprio.

Marc Jacobs ha presentato la collezione Primavera/Estate 2020 durante la giornata finale della New York Fashion Week, portando una ventata di freschezza e di divertimento all'evento. Le modelle che hanno calcato la passerella hanno sfoggiato look variopinti di ispirazione anni '80, spaziando tra stampe a fiori, montagne di chiffon che creano un effetto nuvola, suede, total paillettes. Per completare il tutto sono stati scelti foulard, cappelli larghi, occhiali a farfalla e maxi stivali. Non sono mancati i completi androgini, dettagli rock, omaggi a icone del passato, da Yves Saint Laurent a Shelley Duvall, fino ad arrivare a Doris Day, Ann Reinking e Karl Lagerfeld, il leggendario stilista di Chanel morto a inizio anno, da cui sono stati ripresi gli iconici tailleur in tweed. Sul catwalk è stato dato spazio alla gioia di vivere, a un mondo multicolor che celebra la gioia, l'uguaglianza, l'ottimismo, la felicità e i sogni, in totale opposizione all'attentato alle Torri Gemelle, avvenuto esattamente 18 anni fa. Marc Jacobs ha così reinterpretato un'epoca ormai passata, non lo ha fatto però con nostalgia, quanto piuttosto con la speranza di rivedere ancora una volta una realtà così tanto glamour, radiosa e sopra le righe.