Quando parliamo di make up, non c'è beauty addicted che non lo conosca: parliamo di Manuele Mameli, make up artist dalla creatività incredibile, che crea look meravigliosi senza stravolgere la bellezza naturale dei volti che trucca, uno su tutti quello di Chiara Ferragni.  Nato a Cagliari, dove ci ha rivelato che è nata anche la sua passione per il trucco, si è poi trasferito prima a Bologna per inseguire il suo sogno e poi a Milano, dove ha iniziato la sua carriera di make up artist. Tra qualche giorno entrerà a far parte dei protagonisti di ZWEBTV, la prima web tv gratuita e dedicata alla Generazione Z e ai Millennial dove gli influencer si occupano di un palinsesto ricco di format inediti e svariati contenuti digitali, dal beauty alla cucina, passando per musica e moda. Abbiamo intervistato Manuele che ci ha raccontato come ha mosso i primi passi nel mondo del trucco, del suo rapporto con Chiara Ferragni e soprattutto ci ha svelato qualche chicca per un trucco estivo di tendenza.

Ci racconti il tuo percorso per diventare truccatore? Quand’è nata la tua passione per il make up e dove hai studiato?

La mia passione è nata fin da subito, quando spiavo mia madre mentre si truccava, finché crescendo lei è stata proprio la mia prima “cavia”.  Anni dopo, quando decisi di iscrivermi all’università, mi resi conto che volevo fosse il mestiere della mia vita, non solo una passione. Decisi quindi di andare a Bologna per iniziare un corso base di make-up.

Come hai iniziato a lavorare nel mondo del make up?

Ho iniziato nel settore del retail, lavorando quindi per un brand make-up in negozi in giro per l’Italia. In particolare, durante le settimane di promozione, il  brand dava l’opportunità ai clienti di interfacciarsi con la figura professionale del make up artist: quello ero proprio io!

I look che crei sono sempre impeccabili: c’è mai stato un momento in cui il progetto make up che avevi in mente di realizzare ti ha reso la realizzazione del trucco più complicata del previsto?

Grazie, veramente! Sicuramente ci sono dei momenti in cui è molto complesso realizzare il make up che avevo in mente e la difficoltà spesso è data dalla mancanza di tempo o dalla situazione che ti circonda. Per esempio il backstage delle sfilate di moda è fatto di gente che corre per preparare i modelli al meglio e in tempi ridotti: quando mi occupavo di questo non era semplice realizzare il maggior numero di make up in modo perfetto avendo a disposizione pochi minuti. La pressione certamente non aiuta, ma specialmente nel mio lavoro non deve annebbiare la mente: occorre fare un respiro profondo, tranquillizzarsi e concentrarsi sul risultato da ottenere.

Quando hai conosciuto Chiara Ferragni e come è nata la vostra “unione” lavorativa?

Ho conosciuto Chiara circa 6 anni fa: l’avevo truccata casualmente per un progetto di lavoro e da quel momento non ci siamo più lasciati. Lavorare con lei, oltre che un onore è un grande piacere perché, nonostante l’esposizione che la sua vicinanza implica, riesce sempre a non farmi sentire sotto pressione e mi stimola continuamente. Oggi Chiara per me è anche un’amica.

Come scegli i look che realizzi per Chiara? Si affida alla tua esperienza oppure ha delle richieste specifiche?

Dopo 6 anni di collaborazione ormai ho imparato cosa le piace e come ama vedersi. Chiara ormai si fida ciecamente di me e mi lascia piena libertà di realizzare i make up che desidero. Lei sa cosa so fare io, io conosco i suoi gusti.

C’è un make up tra quelli che hai realizzato negli anni per Chiara che lei ama particolarmente?

Ce ne sono molti che lei ha amato ma immagino che quello a cui è più “affezionata”, certamente per via del legame emozionale, sia quello realizzato il giorno del suo matrimonio.

Negli ultimi anni hai dato vita e partecipato a tantissimi progetti, da Beauty Bites ad essere giudice ai Face Awards di NYX: hai un’esperienza che ti ha entusiasmato particolarmente e che ricordi più delle altre?

Mi considero molto fortunato per tutte le esperienze avute fino ad oggi e tutte, dalla più grande alla più piccola, mi hanno entusiasmato. Posso dire di avere dei partner open mind e disposti a lavorare a quattro mani per poter creare insieme ogni volta qualcosa di unico.

Poter lavorare con i più grandi fotografi al mondo, sui set più cool, per le cover più prestigiose e per campagne worldwide mi riempie di orgoglio e mi permette di imparare sempre di più.

Sicuramente uno dei progetti che mi sta più a cuore è Beauty Bites, la prima beauty live masterclass in Europa creata da me e Chiara. Abbiamo avuto la possibilità di mostrare dal vivo la creazione dei look di cui solitamente diamo degli assaggi su Instagram. Al termine dell’evento abbiamo incontrato moltissime persone provenienti da tutto il mondo. E’ stato qualcosa di incredibile!

C’è un volto in particolare che sogni di truccare?

Fino ad ora ho sempre truccato i volti che desideravo, ma se potessi continuare a sognare in grande mi piacerebbe truccare Dua Lipa , Ester Esposito ,Charlize Theron e tante altre.

Con l’estate, il caldo e le mascherine il make up è messo spesso alla prova: come realizzi la base perfetta? Hai qualche tips da condividere con le nostre lettrici?

Solitamente consiglio a chi si trucca in estate di non esagerare coprendo la pelle con troppi prodotti. Spesso un buon correttore è più che sufficiente per correggere le imperfezioni! A maggior ragione con le mascherine, che inevitabilmente fanno respirare meno la pelle. Se invece avete un’occasione importante e temete che la mascherina rovini il vostro trucco potete utilizzare uno spray fissante in modo che il make up vi duri per ore.

Quali sono gli step essenziali per una corretta skincare pre trucco?

Gli step fondamentali sono, in ordine: una buona detersione, l’utilizzo di un tonico, poi di un idratante, l’applicazione di un contorno occhi e, specialmente nel periodo estivo, almeno una protezione solare 30.

Parliamo di cosmetici must have: quali sono i prodotti che non possono mancare nel tuo kit e quelli che utilizzi più spesso nei look che realizzi per Chiara?

Ho sempre sostenuto che un bel make up sia realizzabile con pochi prodotti ma buoni! Direi che i prodotti che non possono mancare nel mio kit e in quello di nessuno sono essenzialmente tre: il correttore (per eliminare discromie ed imperfezioni ed illuminare il contorno occhi), il mascara (sopra e sotto per dare intensità allo sguardo) ed un lipstick rosso/rosato da utilizzare sia sulle labbra e sulle guance. Inoltre essendo io un amante dei make up glow non potrei mai rinunciare ad un illuminante da applicare su zigomi e arco di cupido (labbra).

Top e flop tra le tendenze del momento: c’è un trend che ti affascina particolarmente e invece uno che secondo te verrà dimenticato presto? 

Ci sono diversi trend che mi affascinano molto, in particolare i look caratterizzati da colori accesi per gli occhi, effetti grafici, e le labbra glossy.  Un trend che invece mi ispira un po’ meno ormai sono le labbra truccate con colori troppo matte.

Quali sono i colori di tendenza da utilizzare per creare il trucco perfetto per l’estate 2020?

Non c’è un colore predominante per quest’estate. Sicuramente in questo periodo particolare si punta specialmente a enfatizzare lo sguardo, magari azzardando con colori molto accesi e sperimentando forme più grafiche e linee grafiche. L’eye-liner colorato (di qualsiasi colore purchè sia acceso) sarà sicuramente il must dell’estate 2020, nel colore che si preferisce.