Tenere sotto controllo la propria alimentazione è importantissimo per restare perfettamente in salute ma in pochi conoscono le proprietà e le qualità benefiche di tutti i frutti in commercio. Il mango, in particolare, è colorato, succoso, ha un sapore dolce e aromatico, una polpa morbida e succosa ed è un mix perfetto fra pesca, ananas e arancia. E' leggerissimo, contiene infatti solo 55 calorie ogni 100 grammi e dona un senso di immediata sazietà e pienezza. E' inoltre antiossidante, antistress, ricco di minerali, di acido gallico, di mangiferina, di fibre e di vitamina A e C.

Le proprietà benefiche del mango

Il mango consigliato alle persone anemiche poiché contiene elevate quantità di ferro ma anche a coloro che soffrono di costipazione poiché contiene acido tartarico e acido malico, sostanze che funzionano come diuretici e lassativi naturali. E' proprio per questo che è l'ideale anche per quelli che vogliono dimagrire. Oltre a ridurre la ritenzione idrica e a purificare l'organismo, combatte la crescita delle cellule adipose. Ogni frutto contiene tre fibre che facilitano la digestione, abbassando il colesterolo e placando la fame. I suoi semi, inoltre, sono ricchi di leptina, un ormone che regola l’appetito e il metabolismo. Il mango viene considerato anche un frutto anticancro, capace di contrastare delle tipologie precise di tumore, come ad esempio quello al pancreas e al seno. Come se non bastasse, il colore giallo arancione è dovuto alla presenza di betacarotene, sostanza fondamentale per ottenere una buona abbronzatura e per dare benefici alla vista. Gli unici che dovrebbero evitare di mangiarlo? I diabetici. Il mango è infatti ricco di zuccheri e potrebbe mettere a rischio la loro salute.

Come tagliarlo e come mangiarlo

Può essere gustato da solo al termine di un pasto o come spuntino a metà giornata, cosa consigliata soprattutto a chi segue una dieta. Può essere inoltre  accostato ad altri frutti come fragole, ananas, cocco, frutto della passione. I più creativi possono inoltre creare dei ghiaccioli con questo frutto oppure preferirlo accompagnato da insalata o riso. Molto spesso il mango viene infatti utilizzato nel sushi, dando vita a piatti davvero prelibati. Per mangiarlo, è necessario pulirlo e poi dividerlo a metà. A questo punto, deve essere eliminato il nocciolo, incisa la polpa con un coltello, in modo da realizzare dei tagli longitudinali e poi trasversali fino a formare una graticola. Solo alla fine si potrà spingere la polpa verso l'esterno, estraendo i cubetti con un cucchiaio.