Lizzie Foster ha 25 anni, viene da Portsmouth, nell’Hampshire, è mamma di due bambini e negli ultimi giorni la sua storia sta facendo molto discutere. Ha una ossessione bizzarra: non riesce a smettere di mangiare polvere di talco, tanto che in 10 anni ne ha consumati circa 196 chili. La strana voglia è comparsa durante la prima gravidanza, quando ha pensato che sarebbe stato piacevole provare il sapore del borotalco. Dopo la nascita del piccolo, che oggi ha 8 anni, la donna ha però continuato a farlo in modo ossessivo.

Ogni settimana compra una busta da 500 grammi di talco e in un anno arriva a spendere 800 sterline per soddisfare i suoi desideri. I medici credono che soffra di picacismo, una rara disturbo psicologico che induce le persone a mangiare sostanze non alimentari. Lizzie sa che il talco è tossico e che potrebbe provocarle crisi respiratorie, dolori al petto, diarrea, problemi di pressione e, nei casi peggiori, coma e danni al sistema nervoso ma, nonostante ciò, non riesce a resistere.

Lo mangio sempre, a prima colazione, mentre quando la tv o quando vado a lavorare. Ne porto sempre una bustina nella borsa perché potrei avere bisogno di uno spuntino”, ha spiegato la 25enne. Gli esperti ritengono che sia una reazione che il suo corpo ha di fronte ad una carenza di nutrienti come ferro e vitamina D. Lizzie, intanto, è preoccupatissima, teme che il talco possa compromettere per sempre la sua salute, portandola lentamente alla morte. I familiari hanno intenzione di fare tutto il possibile per farla smettere e per farla finalmente guarire.