Alicia Douvall è donna di 37 anni, è diventata mamma da giovanissima e, nonostante abbia sempre vantato un aspetto meraviglioso, non può fare a meno di ricorrere alla chirurgia plastica. Non riesce a dire con precisione a quanti interventi e piccole procedure si è sottoposta nel corso della sua vita, ma crede che siano almeno 300. Questo significa che ha trascorso gran parte della sua giovinezza imbottita di morfina e ricoperta di bende.

Il suo obiettivo? Somigliare il più possibile ad Angelina Jolie. La figlia Georgia ha solo 21 anni e praticamente ha visto sua mamma cambiare in continuazione, tanto che a volte ha fatto fatica a riconoscerla. Se, fin da piccola, le mamme delle sue amiche si recavano regolarmente dall’estetista per fare la manicure, la sua faceva qualcosa di più drastico e ricorreva a dei ritocchini chirurgici. Non di rado, quando era una bambina, la donna andava a prenderla a scuola con lividi e cicatrici evidenti, conseguenza degli interventi. La cosa, naturalmente, non ha lasciata indifferente la 21enne che, con il passare del tempo, è diventata molto più sensibile delle sue coetanee.

Non mi è mai piaciuto commentare l’aspetto estetico di mia mamma, potrei peggiorare la situazione. Ogni volta non riesco a credere a quello che fa per apparire bella. Solo una volta le ho detto che somigliava a un mostro”, ha spiegato la ragazza sconvolta. Georgia ha le idee ben chiare sul suo futuro: non alcuna intenzione di seguire le orme della mamma e non si sottoporrà mai a nessun ritocchino. La chirurgia può rovinare la vita di una persona, rendendola letteralmente ossessionata.