La 67esima edizione del Festival di Sanremo è partita ieri sera e, oltre ai presentatori e ai cantanti, il palco dell'Ariston è stato calcato anche da alcuni ospiti speciali, prima tra tutte Diletta Leotta, splendida e sexy in rosso. A impressionare il pubblico con la sua storia e, soprattutto, con la sua altezza è stata Valentina Diouf, pallavolista che gioca nel ruolo di schiacciatrice e opposto nella Futura Volley Busto Arsizio. E' alta ben 2 metri e 2 centimetri e, accanto al collega cestista Marco Cusin, dell’Avellino Basket, è apparsa "una spanna sopra" i due conduttori. Valentina è nata nel 1993, ha fatto sognare gli appassionati di sport durante i mondiali del 2014 e ha dimostrato di essere una grande donna sia dentro che fuori dal campo.

Sul palcoscenico di Sanremo ha infatti raccontato la sua storia, facendo riferimento alla passione per la musica, che l'accompagna fin da quando era bambina, peccato solo che il look scelto non sia stato tra i migliori della serata. La pallavolista ha infatti sfoggiato un abito firmato Mario Dice con delle decorazioni rosse e in velluto nero applicate su un tessuto trasparente e uno spacco vertiginoso sulla parte anteriore. Per completare il tutto, ha indossato dei gioielli Leo Pizzo e dei sandali stringati dal tacco alto Ghigocalzature ma ad aver fatto più parlare sono stati i suoi capelli. Valentina ha origini senegalesi e non si vergogna dei suoi ricci afro, capaci di arricchire la sua personalità ma, in occasione di Sanremo, li ha tinti di verde.

La cosa ha subito scatenato gli utenti dei social che si sono sbizzarriti in commenti ironici e simpatici. "Dite alla tipo vestita di rosso con i capelli verdi che per Carnevale è in anticipo di qualche giorno", "Ma cos'è? Una quercia?", "I capelli verdi a Sanremo. Maria chiudi la busta", sono solo alcune delle battute che si leggono in giro per il web e che fanno riferimento proprio all'acconciatura della pallavolista. Certo, i capelli la rendono unica ed esuberante ma, in occasione di un evento mondano tanto seguito come Sanremo, forse Valentina ha osato un po' troppo.