Punteha van Terheyden è una donna di 31 anni, viene da Hemel, nell'Hertordshire, e di recente è diventata mamma di Amelia. Per realizzare il suo può grande sogno, ovvero quello di crearsi una famiglia, ha però dovuto affrontare non pochi problemi. Per 6 anni, infatti, è stata colpita da ogni tipo di disturbo, dall'herpes zoster alla menopausa chimica, ricorrendo in continuazione a visite e cure specialistiche. Tutto è cominciato nel 2011, quando il ginecologo le aveva cominciato che la sua fertilità era inferiore al 5%, successivamente ha sofferto di una grave dorma di endometriosi, sulla quale è intervenuta con diversi interventi chirurgici.

Nel frattempo, anche il fidanzato Andy ha scoperto di essere quasi completamente sterile e la cosa li ha costretti a ricorrere all'inseminazione artificiale. Il trattamento ormonale e l'abuso di farmaci, però, ha fatto sì che Punteha sviluppasse una forma di menopausa chimica temporanea che le provocava vampate di calore, vertigini, febbre e insonnia. Addirittura è anche stata ricoverata in ospedale per due settimane con la sindrome da iperstimolazione ovarica ovarica, che l'ha costretta a interrompere il trattamento. Alla fine, però, ce l'ha fatta e alla fine del 2015 è finalmente rimasta incinta.

Fino alla fine la gravidanza non è stata semplice, Amelia ha rischiato di perdere più volte la vita a causa del cordone ombelicale che si è avvolto al collo ma alla fine tutto si è risolto per il meglio e oggi viene definita un vero e proprio miracolo dai suoi genitori. L'anno successivo alla nascita della piccola Punteha e Andy hai sono sposati, organizzando una mega festa per celebrare il loro traguardo. Oggi sono più felici che mai e non possono fare a meno di raccontare la loro storia per dimostrare a tutti che non bisogna mai perdere le speranze.