Monique Tucker è una donna di 34 anni, viene da Crook, nella contea di Durham, e ha una figlia di 10 anni, Anya. Di recente ha organizzato un viaggio di famiglia a Creta ma a quanto pare non è andata così bene come si aspettava, visto che la ragazzina è tornata a casa completamente ustionata con la pelle ricoperta di vesciche dolorose. La cosa, però, è davvero insolita, visto che è stata la mamma stessa ad aver applicato la protezione totale ala figlia ogni due ore e dopo ogni bagno in piscina.

La crema, però, non era stata spalmata sui piedi che, dopo poche ore dalla prima esposizione al sole, erano così ustionati che Anya non riusciva neppure a camminare. Il padre ha dovuto portarla subito in farmacia per limitare i danni e per applicare subito una crema idratante, utile a lenire le bruciature. La situazione, però, era ai limiti del drammatico e Anya non si è potuta godere il resto della vacanza, visto che è stata costretta a rimanere all'ombra mentre i fratelli si divertivano a giocare.

Sconvolta dall'accaduto, Monique non ci ha pensato su due volte a denunciare il brand che ha prodotto la protezione solare applicata sulla pelle della ragazzina, visto che è risultata totalmente inefficace. I portavoce dell'azienda si sono scusati dell'accaduto e hanno precisato che si tratta di un incidente isolato. Oggi Anya ha paura di esporsi nuovamente al sole, nonostante l'ondata di caldo che sta colpendo il Regno Unito negli ultimi giorni, non ha alcuna intenzione di organizzare una vacanza al mare, ha già dichiarato che nei prossimi anni intende andare solo in luoghi freddi.