Apparecchiare la tavola in modo impeccabile non è un gioco da ragazzi. Richiede infatti pazienza, attenzione e rigorosità poiché bisogna seguire delle precise regole imposte dal Galateo. Il risultato, però, è assicurato. Avere una tavola perfetta in occasione di una cena o di un pranzo speciale è il primo passo da compiere per dimostrarsi delle buone padrone di casa. Per cominciare, è importante che la tovaglia sia tinta unita o con delle fantasie abbastanza sobri, preferibilmente tono su tono e abbinate al colore dei piatti. Questi ultimi devono essere disposti in modo equidistante, così che tutti i commensali abbiano la stessa libertà di movimento.

E’ necessario partire dal sottopiano, sopra al quale si dovrà mettere il piatto piano e poi un piattino piccolo per gli antipasti. Nel momento in cui si passa alla prima portata, dovrà poi essere sostituito con un piatto fondo. Sulla sua sinistra, bisognerà mettere un altro piattino, essenziale per poggiare il pane. Solo a questo punto si potrà passare al tanto temuto ordine delle posate. Le lame vanno a destra con la parte tagliente verso l’interno, mentre le forchette devono essere posizionate sulla sinistra con l’estremità verso l’alto.

Il cucchiaio va messo solo quando serve, alla destra dei coltelli. Le posate da antipasto sono infine le più esterne poiché si useranno per prime, mentre quelle da dolce e da frutta vanno tra piatti e bicchieri. Questi ultimi devono essere posizionati davanti ai piatti con un ordine ben preciso: quello grande per l’acqua va sull’estremità sinistra, seguito da quello per il vino rosso, da un calice per il bianco ed eventualmente anche da un flute per il vino da dolce. Oltre a queste regole del galateo, è possibile anche aggiungere qualche tocco personale come i tovaglioli a ventaglio o dei segnaposto personalizzato, l’importante è che tutto sia elegante e di classe.