Avete mai pensato di trasformare il vostro balcone in un giardino di erbe medicinali? Alcune piante sono l’ideale per combattere dei fastidiosi problemi come l’insonnia, la ritenzione idrica o i dolori del ciclo. Sono facili da trovare e da coltivare e, una volta fiorite, possono essere usate per preparare infusi o piatti dagli effetti terapeutici. Il consiglio è quello di consumare subito queste erbe senza conservare a lungo le foglie, così da non fargli perdere i nutrienti. Per cogliere la pianta nel modo migliore, inoltre, è bene usare le forbici e non le mani, con cui si rischia di strapparla e danneggiarla. Scopriamo quali sono le più efficaci erbe medicinali da coltivare nel proprio balcone.

Echinacea – L’echinacea ha notevoli proprietà immunostimolanti, se consumata sotto forma di infuso ogni giorno. Aumenta infatti le difese dell’organismo ed è utile anche per contrastare dermatosi, acne e couperose. Deve essere piantata da giugno in poi, sistemata in pieno sole e annaffiata solo quando il terreno è asciutto.

Calendula – La calendula ha un’azione depurativa sul fegato ed aiuta a regolare il ciclo mestruale, attenuando i tipici dolori. Basta bere un infuso di acqua bollente e petali freschi per 3 volte al giorno nei 10 giorni precedenti alle mestruazioni per evitare ogni tipo di dolore alla pancia. I suoi fiori sbocciano dall’inizio dell’estate fino all’autunno.

Melissa – La melissa, sia fresca che essiccata, aiuta a combattere l’ansia, l’insonnia nervosa e le difficoltà digestive. Basta berne un suo infuso prima di andare a dormire per non avere problemi durante la notte. Quando la si coltiva nel proprio balcone riesce anche a tenere lontane le zanzare grazie al suo delizioso profumo agrumato. L’importante è sistemarla in una zona ombreggiata ed annaffiarla con regolarità.

Tarassaco – Il rimedio naturale migliore per depurare il proprio organismo è il tarassaco. Può essere consumato sotto forma di infuso oppure si possono cucinare le foglie più tenere e i boccioli come un’insalatina. Questa pianta riesce anche a combattere la ritenzione idrica, uno dei problemi più temuti dalle donne.

Acetosella – L’acetosella è una pianta che somiglia al trifoglio, è ricca di acido ossalico, vitamina C e mucillagini che la rendono la scelta ideale quando si ha la necessità di sgonfiarsi. Ha infatti proprietà diuretiche e depurative, soprattutto quando le sue foglie vengono utilizzate al posto del limone per insaporire gli alimenti. Fiorisce in primavera e non deve essere esposta al sole nelle ore più calde della giornata.