Le curvy hanno ormai conquistato il mondo della moda, dimostrando che non serve un corpo magrissimo per essere considerate belle e sensuali. Al contrario, è necessario accettarsi così come si è per poter far emergere la propria vera natura e la propria femminilità. Quello che in pochi sanno, però, è che le donne in carne sarebbero anche molto più intelligenti delle magre. A dimostrarlo, uno studio dell’Università di Pittsburgh e Santa Barbara, in California, e pubblicato su Abc News, secondo il quale le ragazze che vantano forme prorompenti e burrose avrebbero un intelletto più sviluppato.

In particolare, sono state 16.000 le donne sottoposte a vari test che hanno valutato la loro intelligenza in base al loro peso e i risultati sono stati chiari: quelle con un QI maggiore avevano anche qualche imperfezione e qualche chiletto in più. Le donne formose sarebbero, quindi, più intelligenti delle donne magre: secondo i ricercatori il quoziente intellettivo più alto che avrebbe sbaragliato le colleghe più magre, si potrebbe spiegare con una maggiore produzione di acidi grassi omega 3, più presenti nel grasso di cosce e fianchi e capaci di sviluppare l'intelligenza del bambino durante la gravidanza.

Gli studiosi hanno anche individuato il giusto rapporto fra la circonferenza dei fianchi e quella della vita che sarebbe tra 0,6 e 0,7. Insomma, essere curvy non dovrebbe essere una cosa di cui vergognarsi, è anzi una dimostrazione del fatto che si ha la capacità di affrontare ogni tipo di sfida, servendosi solo della propria mente. Quindi, care magre, attenzione alle curvy, stanno per diventare le nuove sex simbol!