Bethany Greenway è una mamma di 39 anni, viene da Austin, nel Texas, e nel 2014, quando aspettava il suo secondo figlio, ha notato che sulla fronte le era comparsa una macchia scura. All'inizio si trattava solo di un puntino e, dopo essere andata da un dermatologo, si era rassicurata pensando che non fosse nulla di grave. Ha sempre avuto molte lentiggini sul viso e pensava si trattasse solo di una conseguenza dei cambiamenti ormonali. Diciotto mesi più tardi, poi, nello stesso punto è apparso un altro segno ma questa volta doloroso.

La biopsia a cui si è sottoposta nel giro di qualche giorno non ha lasciato spazio a equivoci: si trattava di una forma aggressiva di cancro alla pelle chiamata melanoma desmoplastico. "Non mi ha sorpreso la diagnosi perché anche mia mamma aveva avuto un melanoma. Vivo in Texas e dovrei mettere la crema protettiva ogni giorno", ha spiegato la donna. Nel 2016 si è sottoposta a un intervento chirurgico per rimuove sulla massa maligna che aveva fatto arrivare il tumore fino all'osso della fronte.

La ferita era così profonda che è stato necessario prendere la pelle da un'altra parte del corpo per coprire la zona. Bethany ha perso il muscolo sulla fronte e il sopracciglio sinistro: il suo viso è stato sfigurato dal cancro. E' costretta a usare il make-up per nascondere le enormi cicatrici ma la cosa non la rende particolarmente sicura di sé. Oggi ha terminato il trattamento ma vuole condividere la sua storia per incoraggiare le persone a proteggersi dal sole, il principale responsabile del tumore alla pelle.