E’ risaputo che le bevande gassate non fanno bene alla salute. Hanno una quantità elevatissima di zuccheri e di caffeina, aumentano il rischio di andare incontro a malattie cardiache e muscolari e provocano danni ai reni, senza contare il fatto che aumentano le possibilità di soffrire di obesità, diabete e carie. Secondo uno studio condotto presso l’University of Pennsylvania, solo quando i genitori capiscono quali sono le conseguenze negative dell’abuso di prodotti simili, si dimostrano meno propensi ad acquistarli.

Su 2.381 genitori intervistati, solo il 40% di loro si è dichiarato ancora disposto ad acquistare le bevande zuccherate dopo aver letto l’etichetta, contro il 60% di quelli iniziali. E’ proprio per questo che ci sarebbe bisogno di utilizzare delle etichette come quelle messe sui pacchetti di sigarette che indicano a quali rischi si va incontro bevendo troppo spesso le bevande gassate. I medici non riescono infatti a trovare dei rimedi efficaci per ridurre il loro consumo nella dieta dei giovanissimi e la cosa non giova alla loro salute.

Sono moltissimi coloro che soffrono di obesità fin da piccoli e, nella maggior parte dei casi, i genitori acconsentono ad ogni loro richiesta alimentare, senza preoccuparsi delle ripercussioni sul peso. Si tratterebbe di qualcosa di rivoluzionario poiché riuscirebbe ad educare realmente i genitori, incoraggiandoli a far seguire ai propri figli dei regimi alimentari sani. Con le sigarette, l’iniziativa ha avuto successo, di sicuro si raggiungerebbero in poco tempo gli stessi risultati anche con le bibite gassate.