Seguire una dieta sana ed equilibrata è il sogno di tutti quelli che vogliono essere in forma e in salute ma spesso ci si ritrova ad andare a cena fuori con gli amici e a vanificare tutti i sacrifici fatti in poche ore. A volte, per tentare di non concedersi troppi peccati di gola in una sola serata, si sceglie di mangiare al ristorante giapponese con la convinzione che il pesce, il wakame e i rolls di riso non siano particolarmente grassi.

La verità, però, è ben diversa: anche il cibo giapponese può rivelarsi tutt'altro che salutare. Un esempio? La tanto amata insalata di alghe non è così benefica come si potrebbe pensare. A rivelarlo è stato un esperto del settore proveniente dalla Nuova Zelanda, si chiama Peter Langlands e ha dichiarato che quell'alimento non contiene alcun tipo di nutriente. Le alghe che vengono vendute nei ristoranti e nei supermercati derivano dal wakame ma sono finemente triturate, contengono molti coloranti alimentari e non sono affatto dietetiche, anzi, contengono moltissime calorie.

"Le alghe wakame sono una delle migliori fonti di omega 3, minerali e vitamine ma quelle a basso prezzo sono lavorate e perdono i loro nutrienti", ha spiegato Peter Langlands, facendo riferimento all'alimento "al naturale". Come se non bastasse, ha affermato anche che quando si mangia sushi sarebbe bene non puntare sui ristoranti che propongono il prezzo inferiore, visto che si potrebbe andare incontro a gravi problemi di salute. Insomma, a quanto pare chi vuole seguire una dieta sana al 100% farebbe meglio a mangiare a casa ogni sera: anche un alimento che sembra super dietetico come l'insalata di alghe può rivelarsi calorico.