Si chiamano Masha e Dasha Ledeneva, sono due sorelle gemelle russe, hanno 14 anni e la passione per la moda sta rischiando di mettere in pericolo la loro vita. Sono identiche e bellissime, hanno gli occhi chiari, i capelli lunghi, un corpo magrissimo e hanno sempre sognato di diventare delle modelle di successo, tanto da aver preso parte a numerosi casting. La cosa che né loro né la famiglia si sarebbero mai aspettate è che le agenzie le avrebbero rifiutate per il loro peso, considerato un po' troppo eccessivo per il fashion system.

Fino a qualche tempo fa arrivavano entrambe a 50 chili ma, dopo essere state sottoposte a continue pressioni, hanno cominciato a seguire una dieta drastica, così che le ossa del bacino e gli zigomi potessero risaltare. Hanno ridotto i pasti, mangiando solo verdura a vapore e non consumando più alcun cibo dopo le 17. In pochi mesi, però, la situazione è degenerata, sono arrivate a pesare 40 e 36 chili e durante una sfilata, incapaci di reggersi in piedi, sono state portate d'urgenza in un ospedale di Mosca, dove non riescono a muoversi per mancanza di energie.

Addirittura Dasha, la più magra, è finita anche in coma per 3 giorni. La diagnosi è stata chiara: le due gemelle soffrono di anoressia e, se non dovessero reagire, finirebbero per mettere in serio pericolo la loro vita. "Nessuno vuole provare a salvare due morti viventi. Le ho supplicate di mangiare. Sono disperata. Hanno iniziato a ridurre prima le dosi, poi i pasti. Nelle ultime settimane la loro cena consisteva in due cucchiai di grano saraceno", ha spiegato la mamma Nathalia Ledeneva. Di fronte questa storia straziante e ai limiti dell'assurdo, quello che ci si chiede è: per quanto ancora il cibo dovrà essere visto come un ostacolo nel fashion system?