Il letto è il luogo in cui si passano molte ore delle proprie giornate, visto che ognuno in media dorme 6 ore per notte se non di più. Nella maggior parte dei casi, però, non è poi così pulito come abbiamo sempre creduto. A dimostrarlo, la dottoressa Lisa Ackerley, esperta igienista, che ha rilasciato un'intervista al Daily Mail per far capire a tutti quali sono i rischi che si corrono dormendo in un letto poco igienico. Secondo lei, le lenzuola dovrebbero essere lavate almeno una volta alla settimana, così da evitare di andare incontro a virus e infezioni gravi. "Pensate a tutte le cose che si fanno a letto. Oltre a essere il luogo in cui andiamo a dormire, viene spesso usato per utilizzare il computer, per mangiare, per bere il tè o per far stare comodo il cane o il gatto", ha spiegato la dottoressa.

A tutto questo, bisogna aggiungere sudore, funghi, batteri, residui di urina e i 10 grammi di pelle che tutti perdono durante il sonno. Insomma, se non lavate con la giusta frequenza, le lenzuola diventano il paradiso degli acari. Quando si ha un influenza o un raffreddore, la biancheria da letto deve essere cambiata con maggiore frequenza, così che i germi non contagino anche gli altri membri della famiglia.  E' fondamentale, inoltre, lavarla ad alte temperature, di modo da uccidere i funghi, i virus o i batteri che ristagnano sul tessuto.

Se il lavaggio non avviene nel modo giusto, si rischia infatti di diffondere le sostanze nocive sugli altri indumenti presenti nella lavatrice, rendendo inutile il cambio di biancheria. Per limitare i danni e far sì che le proprie lenzuola non diventino luride in pochissimi giorni, l'ideale è fare una doccia prima di andare a dormire. In questo modo, la propria salute sarà sicuramente preservata.