Moltissimi bambini durante l'infanzia si legano a un oggetto in particolare, magari a un peluche o a un animale di stoffa, un giocattolo carico di significato che per molti diventa un vero e proprio amico inseparabile. Spesso questi giocattoli vengono perduti e la perdita scaturisce nel piccolo proprietario un dolore immenso. Questo è quello che è accaduto a un bambino autistico di West Chester in Ohio che, durante un pomeriggio trascorso insieme alla madre nel centro commerciale del posto e poi al cinema, ha perso il suo migliore amico, un peluche imbottito attaccato ad una copertina con la fattezze di una giraffa.

A chiedere aiuto per ritrovare il migliore amico di suo figlio è la madre del bambino autistico, Katrina Schroeder, che sui social ha condiviso una foto del pupazzo/copertina chiedendo aiuto agli utenti e ai suoi contatti per ritrovare l'oggetto così importante per suo figlio che soffre di autismo e che era particolarmente legato al peluche, un giocattolo utilizzato spesso nei momenti difficili come conforto. "Mio figlio ha perso la sua copertina peluche ieri sera a West Chester. Eravamo al Red Robin, del Barnes and Noble, al cinema. Mio figlio è autistico è il pupazzo imbottito era il suo conforto. Pensiamo che sia caduto dalla tasca del suo cappotto. Dopo averlo perso ha pianto tutta la notte. Daremo una ricompensa a chi lo troverà", con queste parole Katrina, la mamma del bambino lancia il suo appello disperato sui social, pubblicando un post sul suo profilo Facebook domenica scorsa.

La donna e suo figlio, lo scorso sabato, si erano recati al cinema di un centro commerciale in Ohio, in quell'occasione il peluche è stato perso, forse il vento ha fatto cadere dalla tasca della giacca del bambino il peluche imbottito che non è più stato ritrovato. La donna sui social spiega che suo figlio ha avuto diversi problemi per l'autismo e rivela che il piccolo peluche era diventato il migliore amico del bambino aiutandolo nei momenti più difficili, tanto che anche nel momento in cui il pupazzo si era scucito, con suo figlio avevano tentato in tutti i modi di ripararlo, riuscendo a dare nuova vita a quell'oggetto simbolico, diventato un vero e proprio conforto per il piccolo. Ora il bambino è disperato per aver perso il suo migliore amico e la mamma ha cercato ogni modo per sopperire alla mancanza, pubblicando persino un annuncio sui social per tentare di recuperare l'oggetto smarrito e offrendo una ricompensa a chiunque riporti a suo figlio il migliore amico di stoffa.