La Royal Family è molto legata alla rigida etichetta che si tramanda da intere generazioni, tanto che ogni infrazione non viene vista di buon occhio. Oggi siamo abituati a vedere Meghan Markle che fa "di testa sua" tutte le volte che appare in pubblico, la cosa le viene concessa solo perché insieme al principe Harry è molto bassa nella linea di successione al trono, ma prima di lei c'è già stata una principessa "ribelle". Di chi si tratta? Di Lady Diana, che in più di un'occasione ha fatto infuriare la regina per delle scelte rivoluzionarie. Erano gli anni '80 quando ha sposato il principe Carlo e fin dal primo momento ha incantato tutti con la sua bellezza e con il suo stile, diventando una vera e propria icona.

Nel novembre del 1984, per la precisione durante la cerimonia che celebra l’Apertura del Parlamento britannico, Diana passò alla storia sfoggiando un elegantissimo raccolto realizzato dal parrucchiere Richard Dalton, che, servendosi di alcune extension, diede vita a una sorta di corona circolare intorno al collo. L'unico piccolo inconveniente è che successivamente la pettinatura fu soprannominata lo "chignon della collera". Il motivo? Per giorni sui giornali non si parlò d'altro, cosa che oscurò sia l'evento che Elisabetta II, che, al contrario, avrebbe voluto tutti i riflettori su di sé. La sovrana non poté fare a meno di indignarsi e da allora impose alla principessa maggiore sobrietà in fatto di hairlook. Nonostante ciò, Lady D. trovò lo stesso il modo per raggirare il divieto: si fece tagliare i capelli a giorni alterni, così che il cambiamento risultasse graduale. A quanto pare alla fine è stata Diana ad avere la meglio, le varie regole dell'etichetta e i divieti non sono riusciti a farle perdere il carisma che l'ha resa leggendaria.