Rex Hindmarch è un bambino di 8 mesi, viene da Blairgowrie, nel Perthshire, ed è nato prematuro di 8 settimane con un cesareo di emergenza. La sua mamma, Paula McLagan, ha cominciato a soffrire di pressione alta alla 27esima settimana di gravidanza e, per non mettere a rischio la sua salute e quella del piccolo, ha deciso di partorire il prima possibile. Rex è rimasto nel reparto di terapia intensiva per tre settimana, ma alla fine ha recuperato del tutto.

A lasciare senza parole la mamma, però, è stato il fatto che il bimbo è nato con una grossa voglia rossa che gli copre metà del viso. Inizialmente, i medici credevano che si trattasse solo dei segni del parto, visto che avevano usato le pinze per farlo uscire dal grembo della mamma, ma dopo qualche settimana hanno capito che era una voglia di vino. “Rex aveva un grosso segno viola sul volto e tutti mi dicevano che era solo un livido provocato dalle pinze. Dopo quattro o cinque giorni, però, non è scomparso”, ha raccontato Paula. La donna ha temuto che quella macchia potesse essere un sintomo di qualcosa di più grave come la sindrome di Sturge-Weber ma, dopo alcuni esami approfonditi, si è tranquillizzata.

Oggi, Rex è in ottima salute, anche se i medici hanno affermato che, a dispetto di come accade spesso nei neonati, quella macchia non andrà via da sola. Il piccolo avrà bisogno di un trattamento laser per rimuoverla. Certo, dovrà sottoporsi all'intervento per molti anni prima di vederla sparire completamente ma l’importante è che non abbia ripercussioni sulla salute. Prima o poi la macchia andrà via e non si sentirà più "diverso" dai suoi coetanei.