Il principe Harry e Meghan Markle si sono sposati esattamente due mesi fa, dando vita a uno degli eventi mediatici più seguito della storia, visto che il loro matrimonio è stato seguito in ogni parte del mondo. I due hanno pensato davvero a tutto, anche a dei bigliettini di ringraziamento per gli invitati che hanno preso parte alla cerimonia. La cosa che in pochi sanno è che per realizzarli hanno puntato tutto su un scelta etica, a dimostrazione del fatto che si preoccupano per l'ambiente che li circonda.

La carta utilizzata riciclabile e sostenibile

Sono passati due mesi dal Royal Wedding di Meghan Markle e il principe Harry ma solo di recente i due hanno voluto inviare un biglietto di ringraziamento a tutti coloro che hanno preso parte alla cerimonia. La notizia è stata condivisa sul profilo Instagram LettersRoyal, che ha pubblicato le foto della lettera mandata agli ospiti con tanto di zoom sul testo e foto in bianco e nero della coppia realizzata nel giorno delle nozze dal fotografo Alexi Lubomirski. Nel biglietto si legge:

Il Duca e la Duchessa di Sussex sono ‘sopraffatti' dalla quantità di card e lettere incredibilmente gentili ricevute in occasione del loro matrimonio, e sono così toccati dalla cosa da aver deciso di ringraziare mettendosi a scrivere, proprio come avete fatto voi. Le lettere sono state un gesto molto affettuoso da parte vostra e molto apprezzato dalle Loro Altezze Reali che vi inviano ora i loro migliori auguri.

Il dettaglio che in molti hanno notato è sulla parte bassa della busta, dove al fianco del nome del fotografo c'è anche il marchio FSC, Forest Stewardship Council, ovvero il sistema di certificazione forestale riconosciuto a livello internazionale. Quest'ultimo è stato usato come garanzia del fatto che la materia prima utilizzata per creare il biglietto proviene da foreste in cui sono rispettati dei rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Insomma, Harry e Meghan non sono solo belli e innamorati, hanno anche un buon cuore e si preoccupano di temi importanti come sostenibilità, ecologia e diritti umani.