Rebekah Hemsley ha 23 anni, viene da Nottingham, in Inghilterra,ed è una modella di successo. Lavora come hostess, ha contratti in due agenzie di moda ed è richiestissima nelle pubblicità di intimo. Parteciperà al concorso di bellezza Miss Inghilterra, dove è stata selezionata grazie ad un semplice selfie. Guardando le sue foto, risulta difficile credere che da adolescente era un “brutto anatroccolo” e che veniva presa di mira dai bulli per il suo aspetto. Le dicevano che era brutta, anoressica e con un naso orrendo. Le loro offese la tormentavano così tanto che da piccola per un certo periodo ha abbandonato la scuola ed i genitori hanno assunto un tutor che le dava lezioni a casa. Tutti quelli che l’hanno presa in giro si stupiranno oggi di vederla in tv e sulle copertine dei giornali in forma smagliante. Rebekah ha infatti raccontato:

Volevo partecipare a Miss Inghilterra solo per dimostrare che chiunque può farlo se davvero si mette in testa di riuscirci. Sono stata così male nella mia vita per colpa dei bulli che ancora oggi a volte piango pensando a quanto i bambini possano essere crudeli. Da piccola ero terrorizzata all'idea di andare a scuola, perché la mia fiducia era stata completamente calpestata. Oggi non potrei essere più diversa da allora, e me lo dicono tutti: sono passata dall'essere introversa al 100% a essere forte e fiera. Grazie all'aiuto di un consulente, al mio ragazzo che mi ha sempre appoggiata, alla mia famiglia e agli amici, sono cresciuta tanto e ho capito che potevo essere un esempio per dimostrare agli altri come si possa trasformare la propria vita. Oggi so che quei bulli erano semplicemente invidiosi. E continuavano a dirmi "brutta" e a farsi beffe del mio naso proprio mentre firmavo contratti con agenzie di modelle. Intraprendere questa strada mi ha aiutata a crescere nella fiducia, affrontare i casting mi ha irrobustita. E oggi, addirittura, la gente vuole le mie foto.

La vita della ragazza non è stata mai semplice. Solo l’anno scorso le è stato diagnosticata l'endometriosi, una malattia cronica che colpisce la parete interna dell'utero. Nonostante ciò, Rebekah non si lascia abbattere, continua ad affrontare con forza ogni sfida che la vita le propone, senza mai perdere di vista i suoi obiettivi. Per lei ognuno di noi è bellissimo, non importa quello che vogliono farci credere i bulli.