La Royal Family inglese sta ancora pagando le conseguenze dell'addio del principe Harry e Meghan Markle avvenuto lo scorso gennaio ma solo negli ultimi tempi sta davvero ridefinendo i ruoli dei suoi membri. Gli ex Sussex, si sa, erano working royal, ovvero rappresentavano i Windsor durante gli eventi ufficiali, e, dato che nel calendario reale ci sono circa 2.000 appuntamenti ogni anno, è chiaro che bisogna trovare qualcuno che possa rimpiazzarli. Le più quotate per prendere il posto dei cugini ormai "americani" sono le principesse Eugenie e Beatrice di York. Sono rispettivamente decima e undicesima nella linea di successione al trono e, vista la loro posizione nella lista reale, non avevano mai pensato alla possibilità di lavorare a tempo pieno per la corona.

Quali sono le responsabilità dei working royal

A quanto pare, però, è arrivato il loro momento. Fino ad ora si erano guadagnate da vivere con professioni che non avevano nulla a che vedere con la monarchia: Beatrice collabora con un'azienda specializzata in software di intelligenza artificiale, mentre Eugenie è direttrice di una galleria d'arte. Presto, però, le cose cambieranno e si ritroveranno a rivedere i loro impegni quotidiani. Cosa significherà per loro diventare working royal? Dovranno lavorare a tempo pieno per la corona, affiancando il principe Carlo, William e Kate Middleton e partecipando in media a circa 25o appuntamenti ogni anno. Si sentiranno pronte per assumersi per la prima volta delle importanti responsabilità reali? Di sicuro la nonna Elisabetta II ne sarebbe lieta, vista la profonda stima che prova per entrambe.