Le Maison e gli stilisti di fama internazionale fanno a gara per vestire i rappresentanti della Royal Family, soprattutto perché ogni capo e accessorio sfoggiato in pubblico riesce a registrare il sold-out in poche ore, a prescindere dal suo prezzo. La regina Elisabetta II, in particolare, è la più elegante della famiglia, rispetta sempre la rigida etichetta ed è diventata una vera e propria icona di stile grazie ai completi colorati e ai cappellini tipicamente britannici che sfoggia sempre in pubblico. Non è un caso che siano molte le donne in giro per il mondo che non possono fare a meno di ispirarsi al lei ma a partire da questo momento dovranno dire addio a un capo in particolare se vogliono continuare a imitarla. Nelle ultime ore la sovrana ha messo in atto una scelta drastica: ha comunicato che non indosserà più le pellicce.

A partire dall'inverno 2019 opterà solo per dei capi ecologici e sintetici, a dimostrazione del fatto che vuole sostenere una moda sostenibile, dicendo addio agli sprechi e ai maltrattamenti animali. A dichiararlo è stata la sua collaboratrice fashion, Angela Kelly, che ha spiegato: "Se sua Maestà dovrà partecipare a un impegno ufficiale in una stagione particolarmente fredda dal 2019 in avanti saranno usate pellicce finte per garantire che sia coperta adeguatamente". Certo, tutte le pellicce che ha nell'armadio non verranno gettate o sostituite, anzi continueranno a essere indossate, anche se solo in occasioni istituzionali, ma a partire da questo momento non verranno più acquistati cappotti, cappelli o sciarpe realizzate attraverso lo scuoiamento di animali. Insomma, a 93 anni la regina ha pensato bene di convertirsi all'ambientalismo, seguendo così la tendenza della moda internazionale: ci sarà stato lo zampino di Meghan Markle in questa decisione?