Karina Oliani ha 33 anni, è modella, diver professionista, attivista per i diritti degli animali e di recente è diventata la protagonista di un progetto mozzafiato. Per salvaguardare e preservare gli squali in via d’estinzione, ha deciso di “posare” in loro compagnia nella campagna “Shark and dresses”. Gli scatti suggestivi sono stati realizzati a 18 metri di profondità a Nassau, nelle Bahamas, dal fotografo Alexandre Socci e mostrano la modella con indosso abiti meravigliosi dello stilista brasiliano Arthur Caliman mentre intorno a lei nuotano degli squali.

Karina ha deciso di non utilizzare delle barriere protettive durante il servizio fotografico subacqueo, così da ritrarre gli animali nel loro habitat naturale e da smentire i luoghi comuni che li associano a dei killer senza pietà. Contrariamente a quanto si crede, solo quattro specie di squali su 470 sono pericolosi per l’uomo, nella maggior parte dei casi sono innocui. Karina si dedica alle immersioni subacquee da 20 anni e, in questa occasione, è stata assistita dai sub di fama mondiale Stuart Cove e Liz Parkinson, che l'hanno aiutata a rimanere sott’acqua a lungo senza utilizzare delle attrezzature per respirare.

Gli squali sono intelligenti e possono essere addestrati. Quando vengono feriti, la loro agonia può durare giorni e giorni: è una cosa crudele e vile”, ha dichiarato la modella. L’obiettivo è rendere il pubblico consapevole della minaccia di estinzione a cui vanno incontro gli squali, visto che ogni anno ne vengono uccisi circa 100 milioni. A giudicare dalla naturalezza con cui Karina nuota tra i suoi "amici" squali, è chiaro che non sono assolutamente degli animali temibili.