Roseanne Smith è una donna di 54 anni, viene da Plano, in Texas, e, fin da quando ha raggiunto la maggiore età, ha visto la caviglia e il piede destro gonfiarsi in modo incontrollabile senza alcuna spiegazione. I medici all’inizio non sono riusciti a riconoscere la patologia, ma dopo qualche anno sono arrivati finalmente alla diagnosi: Roseanne era affetta da linfedema, una condizione incurabile che causa un accumulo di fluidi linfatici all’altezza di braccia, gambe, viso o mani, provocando degli incredibili rigonfiamenti.

Con il passare dei decenni, la gamba della donna ha continuato a cresce, fino a raggiungere le dimensioni di una zampa d’elefante. La cosa non le ha creato solo moltissimi disagi, visto che molte persone la prendevano in giro, ma le ha anche reso quasi impossibile ogni tipo di movimento. “La mia gamba sembrava un tronco d’albero e con gli anni non faceva altro che peggiorare. Credo che pesasse 30 chili”, ha dichiarato Roseanne. Di fronte a una situazione simile, la donna credeva di essere senza speranza fino a quando non ha scoperto che in Corea del Sud veniva praticato un trattamento pionieristico con le cellule staminali, che avrebbe ridotto il suo problema.

Oggi, dopo quasi due anni da quando ha cominciato a raccogliere i fondi necessari, è finalmente partita. Attualmente, le dimensioni della sua gamba si sono ridotte del 50% e non è più costretta a trascinarla sul pavimento per muoversi. La sua speranza è che in futuro possa raggiungere risultati ancora più incredibili, così da tornare ad avere una vita normale.